Preacher 1x10 2In Preacher 1×10 Jesse (Dominic Cooper) si sta ancora nascondendo dalla polizia grazie all’aiuto di Donnie (Derek Wilson), sua moglie e di Tulip (Ruth Negga) con la quale ha una questione in sospeso da risolvere, la vendetta a Carlos.

Con l’aiuto dei suoi nuovi alleati il pastore cercherà di mantenere la promessa di portare il vero Dio domenica in chiesa, evento per cui l’intera città è in fibrillazione.

Il finale di stagione di Preacher si intitola “Call and Response” e già il titolo rappresenta ciò che ci aspettiamo di vedere ormai da tanto tempo, ciò che lascia senza parole e permette di definire questo un finale decisamente col botto è come tutto questo avviene.

L’ultima puntata regala una scena, quella della chiamata, che ha del geniale, del grottesco e dell’assurdo tutti uniti insieme, qualcosa che ci lascia a bocca aperta, da un lato stupiti e dall’altro increduli per ciò che stiamo vedendo, il che rispecchia ancora una volta alla perfezione quello che è lo stile della serie.

Un finale paradossale per una stagione piena di paradossi, che non si ferma solo alla tanto attesa chiamata e risposta dall’aldilà ma che si evolve in una folle catastrofe, che ne è forse conseguenza, che riscrive sostanzialmente l’intera trama.

Preacher 1x10Con il finale di stagione di Preacher possiamo dire di essere giunti ad un inizio piuttosto che ad una fine, la seconda stagione si evolverà sul tema del viaggio dei tre protagonisti alla ricerca del vero Dio e di Eugene, sempre inseguiti dal malvagio cowboy. È qui che ci aspettavamo tutti di arrivare, chi già amante del fumetto e chi con le sole anticipazioni della serie, ciò che ci aspettavamo di vedere in principio è arrivato nel finale.

Quello che lascia confusi è come tutto quello che abbiamo visto in una stagione possa essere cancellato, archiviato solo come un prequel, una preparazione a quella che sarà la vera serie, come tutto ciò che abbiamo conosciuto, anche con lunghe digressioni, risulti ora in un certo senso inutile ai fini narrativi.

La tanto attesa e ora trovata trama non ha bisogno di tutto il contorno che ha invece caratterizzato le puntate della prima stagione, in particolare le prime.

Ma se da un lato questo ci lascia straniti d’altra parte è di Preacher che si tratta, la stessa serie che ci ha mostrato un telefono con una linea diretta con il Paradiso, un vampiro travestito da contadino cinese e una videoconferenza in diretta con il Signore, quindi non c’è da stupirsi per un finale assurdo in una città come Anville che di normale non ha mai avuto nulla.

Un’intera stagione che prepara alla visione della seconda, un prequel lungo 10 puntate che però funziona nel suo intento, che non permetterà a nessuno dei suoi spettatori di perdersi la road serie che li attende.Preacher 1x10 2