scandal

Scandal è una di quelle serie che ha contribuito a cambiare il mondo della serie tv grazie alla sua struttura narrativa e visiva. La serie, che è andata in onda dal 2012 al 2018, ha raccolto milioni di appassionati davanti al piccolo schermo, diventando l’ennesimo successo di Shonda Rimes.

Ecco dieci cose da sapere su Scandal.

Scandal serie

scandal

1. Oggetti e vestiti dedicati solo allo show. La costumista Lyn Paolo si è rifiutata di prendere in prestito per lo show abiti firmati da stilisti e ha insistito sul fatto che ogni articolo indossato dai personaggi fosse acquistato e usato solo per la serie. La motivazione è data anche dalla costante presenza di flashback.

2. Ava DuVernay ha diretto un episodio. Grazie al suo lavoro nello show, la regista è diventata la prima donna di colore a dirigere una serie televisiva con protagonista una donna di colore e creata da una donna di colore, trasmessa da uno dei tre più importanti canali nazionali (ovvero la ABC).

3. Ha vinto diversi premi. Nel corso delle sue sette stagioni, la serie ha ricevuto una serie di nomination e ha vinto diversi premi. Ad esempio, nel 2013, ha vinto un AFI Award per il Miglior programma televisivo dell’anno, un BET Award per la Migliore attrice, due NAACP Image Awards per la Miglior attrice in una serie drammatica e come Miglior serie, oltre che un Emmy per la migliore guest star e due Tv Guide Award per la Miglior attrice e la Miglior serie tv drammatica. Inoltre, nel 2014 ha vinto un Critics’ Choice Award, un Gracie Awards, tre NAACP Image Award, un Peabody Award, un Emmy e un Prism Award, mentre tra il 2015 e 2016 ha vinto 3 NAACP Image Awards.

Scandal episodi

4. Una serie composta da sette stagioni. Scandal si distribuisce lungo un arco narrativo composto da sette stagioni, per un totale di 124 episodi da 40/45 minuti ciascuno. Inoltre, in ogni episodio viene sempre citato il titolo dell’episodio stesso.

5. Un paio di stagioni hanno subito variazioni. Nella serie, composta da sette stagioni, la terza e la sesta stagioni sono tagliate nel numero degli episodi per il semplice fatto che in quei due momenti Kerry Washington era incinta.

6. È andata in onda per sei anni. La serie è andata in onda a partire dal 2012 fino al 2018 e in Italia è stata trasmessa prima sul canale Fox Life e, in seguito, in chiaro su Rai 3 dal 2013.

Scandal streaming

7. È disponibile in streaming digitale. Grazie alla sua disponibilità allo streaming online, la serie è visibile da chi abbia voglia di vederla o rivederla. Infatti, Scandal è disponibile sulle piattaforme di Prime Video e Now Tv.

Scandal cast

scandal

8. Il personaggio di Olivia Pope è ispirato a una persona reale. Il ruolo della protagonista, che di lavoro cerca di ricreare l’immagine pubblica di varie persone, è modellato sull’esperta del settore Judy Smith. Ella, infatti, ha aiutato a ricostruire l’immagine e la reputazione di celebrità come Monica Lewinsky, Kayne West, Michael Vick e Rob Lowe. Inoltre, ha lavorato anche nell’amministrazione di George H. W. Bush, quando era alla Casa Bianca, come vice segretario stampa e ha svolto un ruolo cruciale nel contrastare le diffamazioni di Anita Hill circa le molestie sessuali nei confronti di Clarence Thomas.

9. Katie Lowes lavorava come babysitter. L’attrice aveva lavorato come bambinaia per integrare le sue entrate economiche tra gli spot e le ospitate in diversi programmi tv. Quando Shonda Rhimes, creatrice della serie, la nominò come regular, l’attrice le disse che finalmente non avrebbe più dovuto fare la bambinaia.

10. Molti attori sono apparsi in altre serie di Shonda. In Scandal ci sono molti attori, sia in veste di guest star, sia in quanto regular dello show, come Scott Foley, Jeff Perry, Katie Lowes, Joshua Malina, George Newbern e Bellamy Young, che sono apparsi in altri show ideati da Shonda, come Grey’s Anatomy.

Fonte: IMDb