Shadowhunters 1×03 recensione dell’episodio con Dominic Sherwood

981

Clary (Katherine McNamara), grazie all’aiuto di Jace (Dominic Sherwood), inizia il suo allenamento da Shadowhunter e viene a conoscenza di alcune sue abilità che le permetteranno di affrontare con maggior efficacia i demoni che si presenteranno sul suo cammino. Nel frattempo, Simon (Alberto Rosende) viene sedotto dalla vampira Camille (Kaitlyn Leeb), che tenta di estorcergli informazioni riguardanti la sua amica.

Shadowhunters 1×03 conferma nuovamente i difetti riscontrati nelle puntate precedenti. La caratterizzazione dei personaggi rimane superficiale e dal punto di vista visivo la serie è priva di carisma. Per fortuna sembra che la recitazione dei giovani interpreti stia migliorando col tempo e le vicende sono sostenute da un buon ritmo. Personaggi secondari come Alec (Matthew Daddario) e Isabelle (Emeraude Toubia) continuano ad essere abbozzati, mentre quelli relativamente interessanti come Luke (Isaiah Mustafa) e Valentine (Alan Van Sprang) vengono messi momentaneamente da parte per dare spazio al gruppo di giovani. Shadowhunters 1x03La una serie si conferma prodotta esclusivamente per un pubblico giovane e giovanilistico, per cui è inutile aspettarsi scelte stilistiche impegnate o una narrazione intricata. Tuttavia l’approccio semplicistico non è giustificato dalla destinazione del prodottoche pervade tutta la confezione, dalla trama alla messa in scena, fino alla scelta delle situazioni narrative.

Grazie a piccoli colpi di scena disseminati a fine episodio, Shadowhunters riesce tuttavia a trovare il modo di tenere alto l’interesse, scansando la noia, e risulta capace di mantenere un indice di attenzione abbastanza buono.