Snowden, lo sfogo di Oliver Stone: “Nessuno ha sostenuto il film”

Snowden, lo sfogo di Oliver Stone: “Nessuno ha sostenuto il film”

405
CONDIVIDI

Dopo una lunga gestazione e moltissime difficoltà produttive, Oliver Stone ha finalmente terminato Snowden, biopic su Edward Snowden interpretato da Joseph Gordon-Levitt. Di questo film così impegnativo ha parlato a  THR, durante il Sun Valley Film Festival il suo film.

Il regista ha raccontato dei problemi e delle pressioni sulla produzione, tanto che ha deciso di spostare le riprese dagli Stati Uniti alla Germania: “Nessuno studio ha voluto supportare il progetto. Difficilissimo da finanziare, difficilissimo scegliere il cast. Mi ero già trovato in quella situazione, dove la pre-produzione veniva essenzialmente pagata di tasca mia e del produttore (…) I contratti sono stati firmati tipo otto giorni prima dell’inizio delle riprese. Sembra strano raccontare una storia di un americano e non aver nessun finanziatore statunitense. Dicono che abbiamo la libertà di espressione, ma il pensiero passa attraverso il denaro, ed è controllato così come la stampa. Questa nazione è molto rigida sotto questo aspetto, e fino a un certo livello le polemiche non sono ammesse. Si possono fare film su capi di guerre civili morti, ma è difficile farli su uomini ancora in vita.”

Il film dovrebbe arrivare nei cinema il 16 settembre.

Snowden è scritto e diretto dal tre volte premio Oscar Oliver Stone ed è basato su uno script tratto dai libri, “The Snowden Files: The Inside Story of the World’s Most Wanted Man” di Luke Harding e “Time of the Octopus” di Anatoly Kucherena, snowdene racconta della vera storia di un ex analista che cerca di ottenere asilio dalla Russia mentre gli Stati Uniti chiedono la sua estradizione timorosi della possibilitù di una via di fuga di informazioni classificate.

Nel film anche Nicolas Cage, Tom Wilkinson, Timothy Olyphant, Zachary Quinto e Melissa Leo. Snowden è prodotto da Moritz Borman, Eric Kopeloff e Philip SchulzDeyle.