Acqua, fuoco, aria e terra manipolate in maniera realistica: scopriamo che gli effetti visivi che vedremo nell’Ultimo Dominatore dell’Aria,  decisamente difficili da sviluppare…


In un articolo apparso su USA Today, il regista M. Night Shyamalan parla di come sono stati realizzati i rivoluzionari effetti visivi (in particolare quelli particellari) dell’Ultimo Dominatore dell’Aria.

A occuparsi della progettazione e dello sviluppo di questi effetti è stata la Industrial Light & Magic, che ha dovuto rispettare il principio dettato dal regista: “Questo non deve essere un film fantasy. Tutti gli effetti visivi devono essere riconducibili alla realtà”. Gli effetti che riguardavano i quattro elementi (acqua, fuoco, aria e terra) dovevano essere i più fotorealistici possibile.

“Night non voleva alcun effetto pixel, voleva qualcosa che potenziasse la storia,” spiega Pablo Helman, il supervisore agli effetti visivi. “Non avevamo mai manipolato gli elementi in questo modo prima d’ora, in particolare acqua e fuoco”. Le scene più difficili da realizzare sono state quelle in cui Aang, il protagonista, lancia interi torrenti di acqua contro i nemici, scaglia palle di fuoco, corre sull’aria e solleva la polvere. “Avevamo già visto effetti simili prima, come il fuoco in Harry Potter, ma in questo film il risultato sarà veramente spettacolare. Per questo abbiamo dovuto sviluppare un look che facesse sì che, se gli umani potessero davvero manipolare gli elementi, questo sarebbe il loro aspetto.”

“Come regista,” spiega Shyamalan, “Il mio obiettivo nella direzione degli attori o della colonna sonora, o di qualsiasi altro aspetto, è controllare il tono del film. Gli elementi digitali devono comportarsi tonalmente in maniera corretta. C’erano alcuni momenti nei quali pensavo che l’acqua si muovesse troppo in fretta, o che il suo peso contro un personaggio fosse poco realistico.”

Mentre gli effetti di terra e aria sono stati realizzati abbastanza facilmente, e quelli di fuoco sono stati sviluppati grazie a enormi fiammate mosse da grossi ventilatori (con l’aiuto del fatto che il fuoco vero, su pellicola, sembra finto), quelli di acqua sono stati i più complessi da rendere in maniera realistica. A tutto questo va aggiunto che le numerose scene al rallentatore volute dal regista rendevano impossibile l’aiuto della sfocatura o del motion blur, che solitamente facilita nelle scene con effetti visivi.

Qui sotto potete vedere una sequenza di tre immagini che mostra come è stato inserito un effetto di acqua in una scena presente nel trailer:

 

airbender

airbender

airbender

Il film è attualmente in fase di riconversione 3D dopo la recente decisione della Paramount di distribuirlo in 3D.

Nel film di Shyamalan Noah Ringer interpreta il protagonista Aang, Jackson Rathbone (il Jasper di Twilight) il suo amico Sokka, Nicola Peltz è Katara, sorellina quattordicenne di Sokka, e Dev Patel è il tormentato antieroe Principe Zuko della Nazione del Fuoco. Esiliato da suo padre, Zuko deve catturare l’Avatar per recuperare il suo onore e il diritto alla successione del trono.

La pellicola esce il 2 luglio 2010 negli USA, il 24 settembre da noi.

Fonte:US Today, Badtaste