Il film di Giorgio Diritti si aggiudica il premio più importante ai David, mentre miglior regista è stato dato a  Marco Bellocchio. Tra gli attori, vittorie di Mastandrea e della Ramazzotti…


L’elenco dei vincitori: 

Miglior film:

L’uomo che verrà

Miglior regista:

Marco Bellocchio per Vincere

Miglior regista esordiente:

Valerio Mieli per Dieci inverni

Miglior sceneggiatura:

Francesco Bruni, Francesco Piccolo e Paolo Virzì per La prima cosa bella

Miglior produttore:

Aranciafilm (Simone Bachini, Giorgio Diritti), RAI Cinema per L’uomo che verrà

Miglior attrice protagonista:

Micaela Ramazzotti per La prima cosa bella

Miglior attore protagonista:

Valerio Mastandrea per La prima cosa bella

Miglior attrice non protagonista:

Ilaria Occhini per Mine vaganti

Miglior attore non protagonista:

Ennio Fantastichini per Mine vaganti

Miglior direttore della fotografia:

Daniele Ciprì per Vincere

Miglior musicista:

Ennio Morricone per Baarìa

Miglior canzone originale:

“Baciami ancora”” musica di Jovanotti, Saturnino Celani, Riccardo Onori testi di Jovanotti, interpretata da Jovanotti per Baciami ancora

Miglior scenografo:

Marco Dentici per Vincere

Miglior costumista:

Sergio Ballo per Vincere

Miglior truccatore:

Franco Corridoni per Vincere

Miglior acconciatore:

Alberta Giuliani per Vincere

Miglior montatore:

Francesca Calvelli per Vincere

Miglior fonico di presa diretta:

Carlo Missidenti per L’uomo che verrà

Migliori effetti speciali visivi:

Paola Trisoglio e Stefano Marinoni (Visualogie) per Vincere

Miglior film dell’Unione Europea:

Il concerto

Miglior film straniero:

Bastardi senza gloria

Miglior documentario di lungometraggio:

La bocca del lupo

Miglior cortometraggio:

Passing Time

David Giovani:

Baarìa