Sono davvero molti gli attori e registi scesi in campo per le presidenziali americane, rafforzando sempre di più il legame tra mondo dello spettacolo e politica, facendo della campagna elettorale del 2012 sempre di più un evento televisivo.

Hanno fatto molto discutere la sedia vuota di Clint Eastwood e la scelta da parte di Steven Spielberg di far uscire il suo ultimo film, Lincoln, solo a voto avvenuto di modo tale che l’opera non possa essere giudicata faziosa né letta in nessuna maniera. L’ultimo a schierarsi, in ordine cronologico, è il regista del fortunatissimo The Avengers, Joss Whedon, con un video diffuso su youtube in cui, ironicamente, auspica all’ascesa di Romney alla Casa Bianca.

Stando a quanto sostiene il regista, le posizioni politiche del candidato conservatore volte a penalizzare le posizioni delle classi più disagiate della popolazione, lo renderebbero il presidente perfetto in caso di Apocalisse Zombie. Il paragone diventa più ardito quando Whedon sostiene che, del resto, così come gli zombie anche le fasce sociali più deboli degli Stati Uniti d’America non hanno nessun tipo di diritto e per metterli a tacere una volta per tutte basta davvero poco. Anzi: basta Zomney.