- Pubblicità -

Dopo aver raggiunto il successo come cantante, Lenny Kravitz sembra più che mai deciso a portare avanti anche la sua carriera sul grande schermo: dopo una comparsata in Precious, il ruolo di Cinna in The Hunger Games (che tornerà ad intepretare anche in Catching Fire) e la partecipazione a The Butler di Lee Daniels, Julian Temple lo avrebbe preso seriamente in considerazione per interpretare la leggenda del soul Marvin Gaye nel biopic a lui dedicato. Il film, che sembra destinato a competere con un progetto parallelo diretto da Cameron Crowe, si concentrerà sul periodo finale della vita del cantante.

Gaye, che stava forse già vivendo la fase calante della sua carriera, si era trasferito a Londra per fuggire alle accuse di evasione fiscale in patria, vedendo oltretutto aggravarsi la propria dipendenza da alcohol e droga. Il promoter Freddy Cousaert lo ospitò in seguito nella sua casa in Belgio per aiutarlo a disintossicarsi: il risultato fu Midnight Love, il primo album che Gaye registrò dopo la chiusura della collaborazione con l’etichetta Motown, e che conteneva Sexual Healing, uno dei maggiori successi della storia del cantante.

Fonte: Empire

- Pubblicità -