Richard GlatzerUna tanto triste quanto purtroppo attesa notizia ci giunge da Los Angeles: martedì 10 marzo è morto all’età di 63 anni il regista indipendente Richard Glatzer, marito e coregista di Wash Westmoreland che con il film Still Alice ha permesso a Julianne Moore di aggiudicarsi l’Oscar come miglior attrice protagonista lo scorso 23 febbraio.
Con il compagno di una vita Richard Glatzer aveva diretto nel 2001 The Fluffer, nel 2006 Non è peccato – La Quinceañera (premio del pubblico e gran premio della giuria al Sundance), nel 2013 The Last of Robin Hood, sugli ultimi giorni di vita di Errol Flynn interpretato da Kevin KlineDa solo aveva diretto nel 1993 la commedia Grief.

 
 

Ormai da 4 anni era ammalato di SLA (sclerosi laterale amiotrofica)  e qui di seguito vi riportiamo la commovente dichiarazione di Westmoreland, suo compagno di vita dal 1995:

“Sono distrutto. Rich era la mia anima gemella, il mio collaboratore, il mio miglior amico e la mia vita. Vederlo combattere la SLA per 4 anni con tanta grazia e coraggio ha ispirato me e tutti quelli che lo conoscevano. In questo momento buio, mi consola un po’ il fatto che è riuscito a vedere Still Alice avere successo nel mondo. Lui ha messo cuore e anima in quel film e il fatto che abbia toccato così tanta gente era per lui una costante fonte di gioia. Richard era un uomo unico: deciso, divertente, generoso, affettuoso, estroverso e molto, molto intelligente”.

Noi tutti ci uniamo al cordoglio di Westmoreland.

Fonte: The Hollywood Reporter