Da sempre fiore all’occhiello del Festival di Roma, la sezione dedicata ai giovani e giovanissimi, Alice nella Città, cambia pelle e diventa autonoma, maggiorenne, è il caso di dire.

Un scelta, quella dei responsabili della sezione Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, che si rivela una scommessa rischiosa in partenza ma che era necessaria per lasciare spazio ad una identità di manifestazione che esige ormai i suoi spazi.Il primo cambiamento riguarda la durata di Alice: non solo un evento svolto in parallelo durante i dieci giorni di Festival di Roma, ma un continuo work in progress durante l’anno che ha come must la comunicazione tra scuole e nuove tecnologie, tra ragazzi ed esperti di settore. Il nuovo Festival collaterale prevede 14 film in concorso più 2 titoli a sorpresa. E essendo rivolto ai giovani, questo evento avrà una dimensione multimediale e virale senza precedenti, proprio per venire ancontro ai principali fruitori del cinem ache Alice propone.

Ecco il programma completo:

IN CONCORSO

Kid, di Fien Troch (Belgio)

Baby Girl, di Macdara Vallely (Stati Uniti, Irlanda)

The Passion of Michelangelo, di Esteban Larràin (Cile)

Even if it Rains, di Fernando A. Gatti (Argentina)

Strings, di Rob Savage (Regno Unito)

You and me Forever, di Kaspar Munk (Danimarca)

Innocents, di Chen-hsi Wong (Singapore)

My sweet orange tree, di Marcos Bernstein (Brasile)

Youth, di Justine Malle (Francia)

Pulce non c’è, di Giuseppe Bonito (Italia)

Animals, di Marcal Forés (Spagna)

Little Lion, di Samuel Collardey (Francia)

FUORI CONCORSO

Ralph Spaccatutto, di Rich Moore (Stati Uniti)

The Dandelions, di Carine Tardieu (Francia)

PROGRAMMA SPECIALE | IMMAGINI E PAROLE

Il Piccolo Principe, di Pierre-Alain Chartier (Francia)

Kirikou – and the men and women, di Michel Ocelot (Francia)

Omaggio a Tomi Ungerer – Moon Man, di Stephan Schesch (Germ, Fr, Irl)

Far out isn’t far enough: the Tomi Ungerer story, di Brad Bernstein (Stati Uniti)

EVENTI SPECIALI

Beaufiful Creatures, di Richard Lagravenese (StatiUniti)

Altra Musica, di Claudio Noce (Italia)

Inoltre in combinazione con il Festival del cinema di Roma, è prevista la presentazione dell’ultimo atteso episodio della saga di Twiligth, Breaking Dawn Parte II, con attività di intrattenimento prev iste per il pubblico di twilighters.

Madrina di Alice Nella Città 2012 sarà Diane Fleri, che ha partecipato alla rassegna e si dice particolarmente interessata alle attività che si svolgeranno anche al d fuoi della sala di proiezione. Infatti questo festival avrà degli spazi dedicati, come Casa Alice, uno spazio dedicato a circa 80 metri dall’Auditorium, oppure la libreria del cinema dove si svolgeranno le iniziative legate alla sezione Immagini e Parole che ha alla sua base in concetto di intermedialità dell’opera filmica (es Il Piccolo Principe in animazione stereoscopica 3D).