24 fa ritorno in tv

-

24-serietv24 la storica serie action della FOX tornerà in tv. Cancellata dopo 8 stagioni da tempo si rincorreva sul web la notizia di un film sul coraggioso Jack Bauer. Ora però sembra che la rete televisiva di Murdoch abbia deciso di riportare in vita la serie action di ultima generazione, grazie ad un vero e proprio evento televisivo Kiefer Sutherland non ha avuto nemmeno il tempo di mettere da parte i panni  di Martin Bohm che ha già firmato l’accordo con FOX per il ritorno in 24 nei panni dell’indimenticato Jack Bauer. La notizia era nell’aria da qualche giorno ma adesso è ufficiale. Come riporta Deadline ed anche Spoiler tv il network ha ordinato una nuova mini stagione di 24, sotto forma di serie evento. A premere maggiormente per il ritorno della serie è stato il produttore Howard Gordon, che sarà affiancato da Brian Grazer. La nuova stagione sarà composta da 12 episodi, abbandonando così la classica formula delle 24 ore divise in 24 episodi. La serie racconterà gli eventi accaduti saltando qualche ora. A riguardo si è espresso Kevin Reilly, presidente di FOX Entertainment. “I produttori si sono resi conto che compressando tutto in due ore non sarebbe stato più 24. Una serie evento è la formula migliore perché essenzialmente è sempre 24 ma in 12 ore. La spina dorsale dell’originale 24 era in quelle 12 ore circa, quando si verificavano gli sviluppi più importanti. Il resto erano piccoli eventi e tessuto connettivo”, ha dichiarato Reilly.

Fonte: Spoiler tv 

 
 
Carlo Lanna
Nato e cresciuto in un piccolo centro vicino Napoli, Carlo fin da ragazzino, è rimasto sedotto dal mondo del cinema e dalle serie tv.  Lettore accanito di saghe fantasy (la sua preferita è Il Ciclo di Shannara), conosce a memoria le battute del film Marnie del grande Alfred Hitchcock; divoratore onnivoro di serie tv, è cresciuto tra la generazione di Beverly Hills e quella di Dawson's Creek anche se la sua serie tv preferita rimane Buffy. Adora tutto ciò che il regista JJ Abrams partorisce dalla sua mente, e vorrebbe essere il confidente di Steven Spielberg. Con una camera piena di gadget e DVD, Carlo si sente americano per adozione e coltiva il sogno di lavorare in una redazione giornalistica, ma soprattutto di  andar via dal piccolo centro dove vive per poter rincorrere il suo ormai più che ventennale sogno nel cassetto.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -