Aspettando Game of Thrones 3: dove eravamo rimasti?

-

In Game of Thrones 3 passato un anno da quando gli Estranei si sono risvegliati e hanno cominciato la loro corsa contro i Guardiani della Notte accampati sul pungo dei Primi Uomini. Il povero Samwell Tarly è stato testimone della loro avanzata e ora siamo tutti curiosi di sapere cosa ne sarà di lui. Ma dove eravamo rimasti? L’ultimo episodio della seconda stagione, come è giusto che sia, ci aveva lasciato con più domande che risposte, anche se molte situazioni stagnanti si erano risolte.

- Pubblicità -

Ad esempio la bella Daenerys era riuscita a divincolarsi dalla casa degli Eterni, portando in salvo i suoi draghi e ottenendo finalmente da Xaro Xhoan Daxos, con qualche ‘piccola’ costrizione, quello di cui aveva bisogno: oro e materie preziose per comprare una nave. Se ad Essos la madre dei draghi si avvicina sempre di più a Westeros, a nord della Barriera Jon Snow intraprende un percorso molto rischioso, quello della ‘talpa’ all’interno dell’accampamento dei bruti, così come Quorin il Monco gli ha ordinato di fare, poco prima di farsi ammazzare proprio dal giovane Snow.

Intanto a Grande Inverno i due giovani Stark, Bran e Rickon, sono costretti a fuggire. Theon Greyjoy ha conquistato il possenti mura del castello del nord, ma i suoi non gradiscono molto il freddo, così gli infilano la testa in un sacco e lo trascinano via, lasciandosi alle spalle le rovine in cenere della casa degli Star. Bran e Rickon, accompagnati da Osha e Hodor, cercheranno rifugio verso la Barriera, o almeno questi sono i loro programmi.

Scendendo a sud, oltre l’Incollatura, la piccola Arya riesce a fuggire da Harrenal, grazie al prezioso aiuto del misterioso Jaqen H’ghar, che le regala una moneta e delle parole misteriose: “Valar Morghulis”. Con lei ci sono Gendry e Frittella. Sul campo di battaglia presso Delta delle Acque, il giovena Lupo, Re del Nord, Robb Stark prende in moglie la sconosciuta Talisa, un gesto che potrebbe costargli caro, dato che la ragione militare lo voleva sposato, a guerra finita, ad una delle figlie di Walder Frey, zio di Catelyn Tully e uomo molto permaloso.

Intanto, lungo il Tridente, una coppia inedita comincia un lungo cammino che si prospetta ricco di avventure: Jaimie Lannister, lasciato libero da Catelyn per avere indietro le due figlie dopo la falsa notizia della morte di Bran e Rickon, è in compagnia di Brienne di Tarth, la guerriera forte e apparentemente invicnibile che ha prestato giuramento proprio alla vedova Stark.

A Roccia di Drago, Stannis si sta leccando le ferite, dopo la tremenda sconfitta delle Acque Nere, mentre l’affascinante Melisandre coltiva il suo desiderio di diventare Re, grazie all’ascendente che ha sul severo Baratheon e alla potenza del Signore della Luce.

Approdo del Re, la capitale, vede invece scampare l’assedio e il rogo, grazie all’arrivo di Tywin Lannister, insieme agli eserciti dei Tyrell. Il Leone prende il posto di Primo Cavaliere, mentre il Re Joffrey decide di prendere in moglie la bella e ambiziosa Margaery Tyrell, sorella di Ser Loras e vedova di Renly Baratheon. La giovane Sansa, rimasta alla Fortezza Rossa, gioisce dal momento che non sarà più costretta a sposare l’uomo che ha ucciso suo padre, ma una conversazione e un’offerta d’aiuto inaspettata da parte di Ditocorto le aprirà gli occhi e le farà avere prospettive interessanti per il suo futuro.

Tyrion, messo da parte senza neanche un grazie dopo che ha salvato la città, si sveglia sfigurato nella sua stanza, dove gli unici ad essergli rimasti accanto sono Shea e Pod.

Cosa ci riserverà questa imminente terza stagione, come se la caveranno i giovani lupacchiotti? e i fieri leoni riusciranno a mantenere il potere che con così grande fatica hanno acquistato? chi sono questi Tyrell che conosciamo appena? e soprattutto, la madre dei draghi riuscirà a compiere l’impresa di attraversare il Mare Stretto?

Dal 31 marzo sapremo!

- Pubblicità -
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -