Da Vinci’s Demons 1×05 recensione dell’episodio con Tom Riley

Da-Vincis-Demons-logo

Nel quinto episodio di Da Vinci’s Demons si seguono le vicende che hanno condotto i diversi personaggi in nuove terre alla scoperta o alla ricerca di soluzioni per aiutare Firenze dalla morsa di Roma. Ma le numerose linee guida che coinvolgono i protagonisti spezzano il coinvolgimento e lasciano spazio solo alla spettacolarità della messa in scena.

- Pubblicità -

Da Vinci's Demons 2x05-3L’episodio segna la metà della stagione che ancora una volta ribadisce le linee guida della storyline dei personaggi. Leonardo (Tom Riley) continua il suo viaggio insieme ad Amerigo Vespucci (Lee Boardman) e Zoroastro (Gregg Chillin) alla ricerca del libro delle lamine, ambito anche dal Conte Riario (Blake Ritson), poiché se trovato, il libro può rivelare nuovi e promettenti segreti per il genere umano ed ora che i simboli cominciano a coincidere la sua reale esistenza fa sperare l’artista.
Dall’altra parte assistiamo al conflitto Roma-Firenze, dove si seguono le difficoltà di Lorenzo (Elliot Cowan) nel farsi ascoltare dal Duca Alfonso di Calabria (Kieran Bew)  e dal cruento Re Ferrante (Matthew Marsh). L’unica persona che gli sarà accanto è la sua ex pretendente, Ippolita Sforza (Jeany Spark) duchessa di Calabria, che gli offrirà un supporto morale ora che nessuno vuole sostenere il Magnifico. Dall’altra parte a Firenze, Clarice (Lara Pulver)  proverà le ansie e le difficoltà nel gestire una repubblica scomunicata e con problemi a livello politico-economico, il cui spirito arrivista è incarnato dalle figure di Sassetti e Portinari che screditano la sua guida e ambiscono al potere.
L’episodio pur sviluppando i punti cardine per le restati cinque puntate, perde in “realismo storico” in cui modifica e altera numerosi intrecci per dar luogo all’ilarità e alla tensione amorosa anziché all’azione. Difatti l’unica scena, che però risulta artefatta per via dei repentini cambi di regia, è l’incontro tra Lorenzo e Ferrante che traccia un confronto insolito tra i due signori che non porta a nulla di concreto. Così come la vicenda di Leonardo, largamente anticipata in un numerosi punti ricordati anche dai “soliti” flashback di Leonardo, che ci svelano la cattura e l’esito dell’incontro con la misteriosa Ima (Carolina Guerra).

Da Vinci's Demons 2x05The Sun and The Moon, gioca tra le due terre, il viaggio di Leonardo verso “la luce” della conoscenza e di un nuovo popolo, e quello che compiono i coniugi De Medici, il primo nelle segrete di Re Ferrante e l’altra nelle ombre di Palazzo Vecchio. Il racconto però non coinvolge ed usa l’intrattenimento con le stesse tensioni riservate ad un teen-drama. Le vicende sono poco esaurienti e sembrano superficiali sottolineando la pecca dello show, dare la stessa importanza a tutti i personaggi riducendo le potenzialità dei due protagonisti più carismatici ed andando a infoltire la storia con eccessive ed eccentriche narrazioni, quando con minor sforzo si otterrebbe un risultato migliore.

RASSEGNA PANORAMICA

Stefania Buccinnà
Stefania Buccinnà
Sono un appassionata di Cinema e Serie televisive americane, motivo per cui mi sono iscritta all'università e mi sono laureata in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Digitale presso l'università La Sapienza in Roma dove ho conseguito anche un Master di Primo Livello in Montaggio Video e Audio. Amo costruire strutture per immagini e scrivo per piacere, pensando che le due cose sono molto simili ma con grammatiche diverse. In fondo per me, scrivere una frase è come mettere insieme una scena.
- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -