Dominion 1×03 recensione dell’episodio con Tom Wisdom

515

Dominion - logo

Alex (Christopher Egan), scosso per gli attacchi ai suoi cari, scappa da Vega per andare a New Delphi e lasciare il passato alle spalle per poter iniziare una nuova vita. Nel mentre David Whele (Anthony Head) complotta alle spalle del Generale Riesen (Alan Dale) con il supporto di Arika (Shivani Ghai) e ricattando il console Rebecca Thorn (Rosalind Halstead). L’episodio è come sempre contornato da scene d’azione, in una di queste ritroviamo Furied (Anton David Jeftha) minacciare la vita di Michele (Tom Wisdom).

dominion 1x03-2Il terzo episodio di Dominion continua la fitta narrazione sui personaggi principali ma lasciando molto più spazio a quello che sembra essere il vero cattivo della serie, David Wheele. Questo oltre ad essere mosso da una forte ambizione, per spodestare il generale Risien e diventare il signore di Vega, ha la possibilità di mostrare tutti gli stereotipi del politico usufruendo quasi sempre di atti intimidatori dovuti alla sua posizione nel senato e alle sue ricchezze derivanti dall’energia della città. Questi miseri giochi però non assumono mai una forma risolutiva poiché per ora il console ha dimostrato solo un’ottima oratoria senza mai ottenere nulla di concreto tra le mani. Mentre Gabriele (Carl Beukes), il nemico per eccellenza, pur avendo un piano ben preciso non lo attua, infatti l’arcangelo si rende protagonista di gratuiti episodi di violenza ed ira piuttosto che di episodi “lungimiranti” il cui fine ultimo è uccidere il prescelto e portare Michele nella sua missione: sterminare gli umani e far tornare loro padre.

dominion 1x03-4Ignari di tutto questo sono proprio Alex e Michele, protagonisti di un vero e proprio “viaggio dell’eroe” in cui il mentore racconta i motivi che hanno portato Alex ad un’infanzia così travagliata e cosa li lega nel profondo. Sentimenti che inevitabilmente porteranno il protagonista a valutare le sue emozione e ciò che è giusto fare. Invece, le storie che risultano deboli ma che comunque sono utili allo scenario politico dello show, sono quelle che coinvolgono Claire (Roxanne McKe e) e William (Luke Allen-Gale), opposti per descrizioni e fini all’interno della storia ma che comunque influenzano i protagonisti con le loro scelte.

Broken Places è un titolo ambivalente, poiché si riferisce sia alla casa d’infanzia di Alex, sia alla città di Vega molto vulnerabile all’esterno e all’interno. L’episodio comincia a rallentare sulle nozioni e dare spazio agli attori, il più evidente Michele, nella scena del consiglio e nei momenti con Alex, facendo spazio al coinvolgimento che nelle puntate precedenti si era accantonato a favore dell’azione. L’episodio però rimane radicato nei colpi di scena sui personaggi che rivelano la loro “natura umana” che non agevola l’inserimento nel registro soprannaturale della storia ed ai cliffhanger di fine episodio che servono solo da trampolino per la prossima puntata.