Friends With Better Lives 1X04 recensione dell’episodio con Zoe Lister-Jones

    437

    Friends With Better Lives 1X04-1Pros and Cons è il titolo del quarto episodio della prima stagione di Friends With Better Lives, andato in onda per la prima volta il 28 aprile scorso. La puntata è diretta da Fred Savage, e vede come protagonisti sempre i soliti personaggi. Il tutto inizia con Kate (Zoe Lister-Jones), che si ritrova a letto con uno dei suoi tanti uomini. Il mattino successivo la ragazza si rende però conto di essere stata a letto con un gigolò per un malinteso, e, non riuscendo a tollerare l’idea di aver pagato un uomo per fare sesso, ma non riuscendo comunque a riprendersi i soldi indietro, decide di trasformare il “prostituto” nel suo personale tuttofare. Intanto a casa di Bobby (Kevin Connolly) ci troviamo alle prese con un ratto, che spaventa a morte tutti i loro amici. Ma, considerando le imprese di disinfestazione solo delle truffe, Bobby decide di occuparsi personalmente del problema, con scarsi risultati, tanto che si vedrà costretto a chiamare proprio un tuttofare… Senza anticipare nulla, ne vedrete delle belle. Dall’altra parte abbiamo Lowell (Rick Donald) e Jules (Brooklyn Decker), anche se in questo caso l’attenzione si sposta più su di un malinteso tra Lowell e Will (James Van Der Beek), che non sulla situazione tra i due. Friends With Better Lives 1X04-2Scappando dalla casa di Bobby dopo essere venuto a conoscenza del ratto, Lowell infatti riceve in prestito da Will il suo giacchetto. Will è però molto scocciato non solo dal fatto che non glielo stia restituendo, ma anche dalla sua enorme generosità che non lo fa certo sentire una bella persona a confronto. Nel frattempo Jules è impegnata nell’entrare a far parte di una pubblicità per Herbal Essence. Si può quindi dire che questa serie sia definitivamente decollata? Nonostante l’inizio non troppo entusiasmante, possiamo definitivamente dire di sì, e detto questo non vediamo l’ora che arrivi settimana prossima per assistere alle nuove avventure dei nostri disastrati amici.