Glee 5×11 recensione dell’episodio con Chris Colfer

    867

    gleee_50c8d9019606ee62dce22da4

    City of Angels è probabilmente la migliore puntata della quinta stagione, dopo The Quaterback, incentrata sulle Nazionali, le ultime che vedremo in Glee, e al ricordo di Finn (Cory Monteith).

    glee-5x11Le Nuove Direzioni si trovano a Los Angeles per le Nazionali, accompagnati dal professor Schue (Matthew Morrison), ma anche da Burt (Mike O’ Malley) e Carole (Romy Rosemont). La prima canzone cantata è infatti I Love LA. Al loro arrivo ad attenderli c’è Mercedes (Amber Riley), che nel frattempo ha avuto successo fino a raggiungere la Sony. Appena arrivati conoscono i loro nemici: le Gole Esplosive, i quali ricordano “vagamente” i Vocal Adrenaline. Nel mentre Ryder (Blake Jenner) è preoccupato per Marley (Melissa Benoist), affranta e depressa, poiché è stata ignorata in diversi concorsi, e perciò decisa a lasciare il Glee Club al ritorno dalle nazionali. Ryder e Jake (Jacob Artist) chiedono a Mercedes di aiutare Marley, che la incoraggerà sottolineando il suo talento. Carole soffre a vedere gli amici di Finn, e sentendo la sua mancanza decide di tornare a casa. Ma Burt la convince a restare per l’esibizione. Il primo gruppo in gara, The Amazonians, canta Vacation, una performance abbastanza superficiale e frivola. A seguire si esibiscono le Gole Esplosive, cantando Mr Roboto e Counting Stars, un mash up a dir poco favoloso. Infine, le Nuove Direzioni con More Than a Feeling, America e I Still Haven’t Found What I’m Looking For. L’esibizione è stata emozionante, per i flashback e l’atmosfera che ha ricreato, al punto che Carole si commuove, poiché le canzoni scelte sono tutte le preferite di Finn. L’obiettivo era di vincere per Finn. Colpo di scena, le Nuove Direzioni non vincono le nazionali, ma si classificano al secondo posto; confrontata con le precedenti in effetti l’esibizione è stata abbastanza noiosa e scontata, anche se si potrebbe pensare che far perdere le Nazionali sia stata solo una scusa per chiudere il capitolo Lima. Si, perché nonostante il comunque ottimo risultato, questo epilogo comporterà gravi conseguenze.

    glee-5x11-2Respirare di nuovo il clima di competizione è stato un po’ come un ritorno alle origini, e probabilmente è proprio questo il motivo per cui l’episodio è riuscito. Si sentirà la mancanza di questi episodio, perché alla fine Glee era “l’essere parte di qualcosa di speciale che ci rende speciali”, e le Nazionali erano l’occasione per dimostrarlo. Parte del pubblico è infatti ancora scettica riguardo la scelta di concentrare lo show solo su New York. Vedremo come si evolverà la situazione nella prossima puntata, il tanto atteso 100esimo episodio che vedrà la ricomparsa di tutti o quasi i vecchi personaggi. Quindi preparate i fazzoletti e incrociate le dita, la speranza è che questo nuovo episodio, in cui quasi sicuramente vedremo il diploma di Tina (Jenna Ushkowitz), Blaine (Darren Criss), Sam (Chord Overstreet) e Artie (Kevin McHale) non deluda proprio ora che lo show sembra essere vicino ad una svolta.