Legends of Tomorrow 2x11

Non c’è fine al tormento che sta avvinghiando Legends of Tomorrow, questa settimana in scena con l’episodio 2×11 intitolato Turncoat. La nuova anomalia temporale trasporta le Leggende nella patria di George Washington e, come se non bastasse, dovrà vedersela con un nuovo Rip Hunter – tutto dedito ai fini poco apprezzabili della Legion of Doom.

Legends of Tomorrow 2×11 recensione

L’America rischia di non essere più la stessa, dopo aver visto Rip (Arthur Darvill) uccidere George Washington sul finale della 2×10. Le premesse infatti erano più che stupefacenti, non fosse che – arrivando subito al punto – l’episodio settimanale fa acqua da quasi tutte le parti. Persino sul piano storico, in termini di dettaglia. Non abbiamo intravisto alcuna difficoltà dettata dal tempo (l’attraversamento del Delaware, storicamente, ebbe come prima difficoltà il gelido inverno del dicembre 1776) e alcun soldato fresco di leva – come molti testi citano persino in rete, riportando le giuste nozioni storiche. Che Rip inoltre sia un finto cattivo, costretto in quel ruolo, è fin troppo evidente. La parte non gli si addice, la recitazione è scialba, insipida. Solo l’unione della flotta temporale salva un minimo questa 2×11 di Legends of Tomorrow, è divertente vedere Jax (Franz Drameh) cimentarsi nel ruolo di Capitano – mentre Sara (Caity Lotz) deve fare i conti col suo primo incidente “serio” da Leggenda della Waverider. Atom (Brandon Routh) è praticamente assente, vincolato alla sua forma miniaturizzata, non lo vediamo per buona parte della puntata – per poi sbucare alla fine e risolverla: un meccanismo veramente inceppato, che da fastidio.

È difficile parlare così bene e così male di Legends of Tomorrow, eppure lo show non sembra riuscire a trovare una stabilità. Il fatto che si sia addirittura arrivati a non rispettare i giusti tempi e modi storici, ne è la conferma. Non si può puntare tutte le volte sull’ironia di Mick (Dominic Purcell): è lui l’unico a trattenere un ruolo decisamente divertente e che tiene a galla, ma a quale prezzo? Il prezzo di trascurare il resto del cast. Oltremodo le carte in tavola non possono essere rimescolate con così troppa velocità. Il risultato è un pubblico spiazzato, a corto di spiegazioni. Legends of Tomorrow torna nel baratro dell’insufficienza, questa settimana, con la speranza che la rotta possa essere ritrovata al più presto – per non dimenticare il giusto inizio di stagione.