Lucca Comics & Games: la Game of Thrones Experience!

-

Dopo l’avventurosa Stranger Things Experience, sotto le Mura della città di Lucca, al Lucca Comics & Games 2018, Sky ha portato la Game of Thrones Experience, un viaggio affascinante nel mondo delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, resl famoso in tutto il mondo grazie alla serie omonima targata HBO.

E l’Experience non perde tempo con preamboli inutili, perché, non appena si apromo le porte delle Mura sotto i bastioni di Lucca, siamo direttamente oltre alla Barriera. Fumi e pareti ricoperte di ghiaccio ci accolgono, per portarci direttamente tra le braccia spalancate del Re della Notte, che con non poca vanità si offre agli scatti fotografici dei partecipanti all’experience. Al suo fianco, invece c’è Tormund Veleno di Giganti, il più simpatico trai bruti, baciato dal fuoco e amico fraterno di Jon Snow. Proseguendo, di pochi passi, ci imbattiamo in una porta ben nota ai fan della serie, una porta ricoperta di ghiaccio e dalla quale spuntano mani di White Walkers, lo stesso luogo dove il gigante buono, Hodor, si è sacrificato per salvare la vita di Brandon Stark, e dove abbiamo scoperto l’assurda origine del suo nome, l’unica parola che ha ripetuto per gran parte della sua vita.

Lasciata alle spalle la nevosa scena delle terre dei bruti, passiamo in un luogo più caldo, la sala dei Guardiani della Notte, a sud della Barriera. Qui, i partecipanti all’Experience hanno avuto la possibilità di allenarsi come un vedro ranger o, per i più devoti, di pronunciare il giuramento dei Guardiani, mettendo bene in conto che chi entra nel corpo speciale in difesa delle terre degli uomini, rinuncia a figli e famiglia!

Di fronte alla location dedicata ai Guardiani, c’è il grande tavolo di Roccia del Drago, quello occupato prima da Stannis Baratheon, e nelle ultime stagioni centro nevralgico del quartier generale di Daenerys, finalmente sbarcata nel Westeros. A fare gli onori di casa, al grande tavolo con la forma del Continente Occidentale, proprio lui, il nano più amato dei Sette Regno (e di Essos), Tyrion Lannister, con tanto di spilla di Primo Cavaliere della Regina.

Proseguendo, ci inerpichiamo per un lungo corridoio che ci porta fino alla sala del trono. Tra due magnifici costumi esposti, campeggia il famimegerato Trono di Spade, e al suo fianco, eretto e feroce, la Montagna. I più temerari si sono avvicinati per uno scatto. Alle spalle del trono, gli stendardi dei Lannister e dei Targaryen. La sala del trono può sembrare il culmine di questa divertente esperienza incentrata su Game of Thrones, ma abbiamo ancora due regine a cui porre i nostri omaggi.

Proseguendo nel percorso, ci imbattiamo in Verme Grigio e Missandei, intorno a loro, a sussurrare suggerimenti arguti, Varys. Questi tre personaggi sono affiancati da una grande ricostruzione di Drogon, il drago nero di Daenerys. È solo questione di pochi metri, infatti, e sappiamo chi sarà il prossimo personaggio che incontreremo: Daenerys Targaryen, la regina, seduto sul trono di Roccia del Drago, e con le fauci di Drogon spalancate vicino al suo viso. Soltanto lei può sentirsi a suo agio così vicina a una bestia del genere!

L’ultimo tratto dell’experience è una piccola salita, un corridoio costeggiato da anfore con dei fiori, un giardino, apparentemente, ma al suo centro compare lei, Cercei Lannister, prima del suo nome, Regina dei Sette Regni, con il suo costume nero, perennemente a lutto per la morte dei suoi figli (e della sua umanità), con i capelli corti e lo sguardo sprezzante. È l’ultima suggestiva immagine del percorso, prima di uscire a andare al padiglione Sky, per ricevere un premio l’esclusiva spilla della Game of Thrones Experience del Lucca Comics & Games!

Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -