New Girl 2X11 – recensione

1864

A regnare in casa è un’atipica atmosfera natalizia, sancita non dal classico rituale dell’addobbo corale dell’albero di Natale, ma piuttosto da un surreale diverbio circa l’esistenza di Babbo Natale e dei suoi natali, con Winston a fare la parte della donnina scottata dal lucido disincanto dei suoi amici!

Il modo migliore per festeggiare il Natale prima delle vacanze? Fare un salto a tutti i party natalizi del circondario, passando per una farsesca Festa Biscottolare di Natale e concludendo con un raffinato party radical chic!

Mentre un’ex coppia (Schimdt e Cece) raccoglie i cocci della passione che un tempo li univa, un nuovo legame sta per nascere, anche se i presupposti non fanno di certo pensare ad una romantica storia d’amore! Quello tra Mr Felpa (Nick) e la regina delle spogliarelliste (Angie) è un rapporto terra terra che, scavalcando sentimentalismi e superflui preliminari, va dritto al sodo!

La bizzarra accoppiata, inizialmente poco credibile, fa sorridere, restituendoci un insolito Nick che, spogliatosi della sua buffa pigrizia e primordiale imperizia, ci da un assaggio di  virilità e audacia, qualità inaspettate per un personaggio che nasconde la sua inettitudine esistenziale, nelle pagine vuote del fantomatico romanzo sugli zombie che un giorno lo renderà celebre!

E per una “fantasia del rimbalzo” – come la chiama Winston – che si rispetti, non poteva mancare l’attesissimo ritorno di fiamma per la nostra teatrale e incontenibile Jess!

A dispetto delle nostre aspettative, pare proprio che Nick e Jess abbiamo smesso di lanciarsi occhiatine fugaci e fiammanti, e siano invece sempre più distratti da fattori esogeni.

Solo un distacco provvisorio in attesa dell’exploit emozionale o un’improvvisa e permanente torsione di intenti? Che il grande colpo di scena sia proprio questo?! Si spera e si pensa di no..

Anche se prevedibile, la liaison sentimentale tra i due coinquilini più astrusi e pittoreschi della sit-com, non può liquefarsi così, dopo aver stuzzicato le nostre fantasie e la nostra fervida immaginazione!