Once Upon a Time 5×11 recensione dell’episodio con Colin O’Donoghue

574

Anche quest’anno è arrivato il tanto atteso mid season finale di Once Upon a Time che chiude quindi la prima parte della quinta stagione.

É stato un episodio coinvolgente ed emozionante che ha concluso diverse questioni in sospeso e ha aperto le porte a nuovi plot che si svilupperanno nella seconda parte della stagione.

Questo mid season finale, dal titolo Swan Song, si apre con un flashback interessante sull’infanzia di Uncino, aspetto di lui che non era stato ancora esplorato finora. La scena è interessante non solo perché ci permette di conoscere meglio uno dei nostri protagonisti ma anche perché c’è qualcuno che potremmo rivedere il prossimo anno. Una scena toccante e rivelatrice che ci aiuta a rimettere insieme un po’ di pezzi del puzzle.

Dati gli avvenimenti degli scorsi episodi è chiaro che questa settimana il fulcro della narrazione sia Uncino, il suo passato, i motivi che l’anno spinto a mettere in atto il suo crudele piano e le ripercussioni che le sue scelte avranno sugli altri personaggi.

Effettivamente le scene che riguardano il suo passato sono ben riuscite, commoventi e convincenti al punto giusto. La prima persona a tradire la fiducia di Killian è stato suo padre. Questo ha lasciato una cicatrice indelebile nel nostro Uncino che ora, a causa del potere oscuro che lo invade, chiede vendetta per tutti i torti subiti. La performance di Colin O’ Donoghue è stata persuasiva e convincente, ha dato al suo pirata un’interpretazione sapiente e personale.

Once Upon a Time 5x11 2Per quanto riguarda gli altri personaggi, invece, dal momento in cui Emma ha riavuto i suoi ricordi e quindi è tornata a conoscenza del piano di Uncino, con l’aiuto degli altri abitanti di Storybrook cerca di fermarlo, a tutti i costi.

La situazione è tuttavia più difficile di quanto sembra quindi le solite ricerche tra i libri della biblioteca di Belle potrebbero non bastare. A quel punto tutti si preparano ad affrontare le conseguenze della azioni di Uncino e ciò da vita ad una serie di sequenze emozionanti e nostalgiche quasi da finale di stagione. Il concetto chiave dell’episodio è che sono le azioni che si compiono a definire la persona. Possiamo scegliere chi diventare, in qualsiasi momento e nonostante tutte le azioni del passato. Alla fine vedremo chi sceglierà di essere Uncino e soprattutto cosa saranno disposti a fare gli altri protagonisti pur di sconfiggere l’oscurità. Anche Tremotino giocherà un ruolo importante in questo finale di metà stagione e dovrà scegliere che tipo di uomo essere.

Once Upon a Time tornerà a Marzo 2016 con un nuovo ciclo di episodi che esploreranno il mondo dell’Oltretomba e vedranno l’introduzione di nuovi personaggi che metteranno a dura prova i protagonisti. Li costringerà a mettersi nuovamente in discussione e ad affrontare i demoni del passato. Saranno all’altezza?