Quantico 2x13

Quantico 2×13 intitolata “Epicshelter“, vuole in qualche modo essere una puntata esplicativa e chiudere la linea narrativa portata avanti fin ora, lanciandone una totalmente nuova negli ultimi minuti e che probabilmente andrà a svilupparsi nella seconda metà della stagione. Finalmente vengono date delle spiegazioni in entrambe le linee temporai: alla FARM  si scopre il misterioso uomo che spiava da tempo le reclute, mentre nel presente gli ostaggi riescono ad uscire dall’edificio e subito inizia una caccia all’hard disk per tentare di salvare il salvabile. Tutta la squadra si riunisce fidandosi poco gli uni degli altri e arrivando infatti ad ottenere ancor meno, come al solito.

Intanto si scoprono i ruoli di tutti nell’attentato, Miranda (Aunjanue Ellis) si consegna a Shelby (Johanna Braddy) insieme a Nimah (Yasmine Al Massri) e spiega la missione del Fronte di Liberazione Cittadino definendo una volta per tutte chi fossero i buoni e chi i cattivi in tutta la vicenda. Intanto anche Lydia (Tracy Ifeachor) assume una posizione definita e verso la fine della puntata si comprende effettivamente chi sia e perché. Intanto la relazione di Alex (Priyanka Chopra) e Ryan (Jake McLaughlin) giunge al termine definitivamente come ci si aspettava dall’inizio. Tutto ciò che c’è di positivo in questa tredicesima puntata è che si arriva ad un dunque, che la confusione viene in qualche modo spiegata al pubblico, che poi le spiegazioni siano soddisfacenti è un altro paio di maniche.

Quantico 2×13: seconda clip dall’episodio “EPICSHELTER”

13 puntate complesse di intrighi spiegate in una volta rapidamente di certo non è quello a cui miravano tutti i fan della serie. Senza scendere nella discutibilità delle spiegazioni, la mera modalità già delude fortemente. La confusione che si era creata, data dall’intricato intreccio, le diverse linee narrative, i tanti gruppi segreti americani e non solo che lavorano contro ma anche insieme, la complessità dei soggetti, ridotta ad una spiegazione di pochi minuti prettamente fatta da Miranda, personaggio già di per sè poco amato.

La sensazione che ne deriva è che gli scrittori abbiano dovuto concludere in fretta quello che avevano in mente per tentare di risollevare il prodotto con una linea narrativa totalmente nuova che, probabilmente, non mescolerà più presente e passato, come è sempre stato caratteristico di Quantico, ma che al contrario si muoverà in un unico universo, il presente, in cui tutte le reclute e gli agenti che meglio conosciamo lavoreranno per il bene comune. Se questa seconda parte risolleverà l’opinione sulla serie non è facile da intendere ma è certo che una scossa fosse necessaria visti i risultati di questa seconda stagione per lo più brutta copia della prima. Quello che resta ai fan di Quantico è sperare che con la seconda metà la situazione si ribalti, dando vita a colpi di scena e macchinazioni come quelle che avevano coinvolto tanto agli inizi.