Selfie: La tendenza del secolo diventa una comedy

    524

    selfie-banner

    Ormai sono perfino oggetto di corsi universitari, nati proprio per cercare di fare chiarezza nella oscura mitologia che ha portato all’ascesa di un fenomeno di cultura pop semplicemente travolgente: a creare un vero e proprio “indotto del fenomeno” è stata “involontariamente” Elle DeGeneres durante l’ultima edizione degli Accademy Awards, dove quell’autoscatto “all stars” così sornione e glam ha fatto il giro del mondo balzando agli onori della cronaca virtuale a colpi di tweets. Ovviamente, stiamo parlando della mania del momento: i famosi Selfie – al secolo “autoscatti”- hanno contagiato lentamente tutti, dai vip ai meno famosi che ormai bombardano i loro profili social di foto… immortalate da ogni angolazione.

    Selfie-1E proprio sull’onda di quest’ultima tendenza si colloca la nuova sitcom della tv via cavo statunitense ABC dal titolo omonimo, Selfie appunto, che vede come protagonista la giovanissima Eliza Dooley (interpretata da Karen Gillan), una vera e propria “selfie-aholic” (neologismo per indicare una vera e propria dipendenza) e selfie- addicted impegnata a vivere più la sua vita virtuale che quella reale, basata sui rapporti umani e sulle relazioni con le persone. Ma tutto cambia quando un video “virale” imbarazzante viene diffuso in rete, ed è proprio lei la protagonista: Eliza, a questo punto, decide di riabilitare la propria immagine pubblica. E, per portare a termine questa missione, assolda Henry Higgs (John Cho), un guru del “self image marketing” pronto a rilanciare l’immagine della ragazza, mostrandole che esiste una vita… intelligente (nonché molto più interessante) oltre lo schermo del proprio I-Phone.

    selfie-castLa serie è stata creata e prodotta da Emily Kapnek e debutterà il prossimo 30 Settembre nel prime time delle 8.00 PM; per realizzare lo show, quest’ultima si è ispirata alla pièce George Bernard Shaw Pigmalione, a partire dal nome dei personaggi: la timida e umile fioraia Eliza Doolittle qui diventa Eliza Dooley e il suo mentore nonché insegnante di fonetica Henry Higgins si trasforma nel rampante techno guru Henry Higgs: le vicende che entrambi i protagonisti di Selfie si troveranno ad affrontare saranno specchio delle vicissitudini narrate da Shaw all’interno della sua immortale commedia.