Selma-Blair-serietvNotizie clamorose arrivano da TMZ. Selma Blair e Charlie Sheen avrebbero avuto una brutta lite sul set di Anger management a causa dell’accusa di scarsa serietà professionale da parte dell’attrice nei confronti di Sheen. A fare scoppiare tutto sembrerebbero essere stati dei ritardi dell’attore e la sua poca etica del lavoro. D’altra parte Sheen avrebbe chiesto il licenziamento dell’attrice. Come riporta la rivista, i produttori della sit-com starebbero cercando di appianare le divergenze tra i due per fare in modo che presto torni la calma, ma non sembra essere tanto semplice. Mentre da FX non arrivano notizie a riguardo, un altro indizio sui problemi interni allo show potrebbe essere il fatto che la Blair non si sia presentata alle ultime riprese dello show. Nonostante la lite sia scoppiata da poco, Charlie Sheen avrebbe già pronta un’alternativa di lusso a Selma Blair: Mila Kunis (Ted, Amici di letto), e si sarebbe già mosso per averla già nell’ultima parte di questa stagione. Ebbene la notizia è stata confermata oggi da Deadline, riportando le dichiarazioni di FX. “Selma Blair non tornerà in Anger Management. Le auguriamo il meglio”, ha comunicato la rete. A premere sul licenziamento dell’attrice sarebbe stato Sheen che ha poi comunicato alla Blair, via sms, la decisione apostrofandola con epiteti poco eleganti. Come abbiamo detto , impazza il toto sostituta con Mila Kunis favorita.

Fonte:TMZ

Articolo precedenteè morto James Gandolfini: addio alla Star de I Soprano
Articolo successivoNicholas Brody meno presente in Homeland 3
Nato e cresciuto in un piccolo centro vicino Napoli, Carlo fin da ragazzino, è rimasto sedotto dal mondo del cinema e dalle serie tv.  Lettore accanito di saghe fantasy (la sua preferita è Il Ciclo di Shannara), conosce a memoria le battute del film Marnie del grande Alfred Hitchcock; divoratore onnivoro di serie tv, è cresciuto tra la generazione di Beverly Hills e quella di Dawson's Creek anche se la sua serie tv preferita rimane Buffy. Adora tutto ciò che il regista JJ Abrams partorisce dalla sua mente, e vorrebbe essere il confidente di Steven Spielberg. Con una camera piena di gadget e DVD, Carlo si sente americano per adozione e coltiva il sogno di lavorare in una redazione giornalistica, ma soprattutto di  andar via dal piccolo centro dove vive per poter rincorrere il suo ormai più che ventennale sogno nel cassetto.