State of Affairs 1×05 recensione dell’episodio con Katherine Hiegl

337

Ora che la Presidente Payton (Alfre Woodard) è a conoscenza del segreto su Nick Vera (Chris L. McKenna), che sembra misteriosamente scomparso nel nulla, inizia a porsi qualche domanda su di lui. Mentre Charlie (Katherine Heigl) lo cerca, continuano a riaffiorare ricordi sulla notte dell’attentato a Kabul nel quale ha perso la vita Aaron (Mark Tallman), svelando alcuni segreti che aveva tenuto nascosto soprattutto al Presidente Payton. Nel frattempo un reporter americano (Ray Laska) viene rapito in Egitto e poi rilasciato, ma a preoccupare è un’intervista fatta a Fatah (Farshad Farahat) che, messa in onda, potrebbe mettere e rischio la sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

State of AffairsSi intitola Si intitola Ar Rissalah il quinto episodio della prima stagione di State of Affairs, la nuova serie tv statunitense della NBC di genere spionistico e ideata da Joe Carnahan. A differenza dei precedenti episodi, in quest’ultimo non c’è nessuna trama secondaria e tutta l’attenzione è focalizzata su Fatah e su i segreti non ancora svelati riguardanti l’attentato a Kabul. Veniamo a conoscenza di complotti politici e cospirazioni che fanno di State of Affairs una serie sempre più avvincente. Il ritmo elevato e una colonna sonora avvincente contribuiscono ad alimentare la tensione e porre domande alle quali è difficile rispondere. Charlie cosa nasconde veramente? Chi possedeva la pistola, registrata alla CIA, che ha ucciso Aaron?

State of AffairsIn attesa che si faccia luce sull’accaduto, in Ar Rissalah vengono approfonditi alcuni personaggi e il loro ruolo nella storia, come il Presidente Payton, al tempo Senatrice. Alcuni dubbi e interrogativi, quindi, viene scontato farli non solo su di lei e sulle votazioni che l’hanno eletta Presidente degli Stati Uniti, ma anche su tutti gli altri personaggi presenti sui quali aleggia ugualmente un certo mistero. A questo si aggiunge un messaggio in codice che Fatah sta per diffondere, rischiando di provocare il più grande e violento attacco mai visto agli Stati Uniti. Tra un segreto e l’altro, quindi, il quinto episodio di State of Afffairs si rivela pieno di suspense e di codici da decifrare, riuscendo a tenere alto il ritmo dall’inizio alla fine. In attesa di lanciare il colpo finale prima della pausa di metà stagione.