The Newsroom 3×03 recensione dell’episodio con Jeff Daniels

    358

    The Newsroom - Copia

    La terza puntata di The Newsroom ritorna a parlare della retata dell’FBI nella redazione della ACN, mentre Charlie, Mac, Don e altri manifestano la loro insofferenza all’atteggiamento invasivo delle autorità, Will mostra una cauta e insolita cooperazione che in seguito si rivelerà essere una strategia ben precisa per il fuggitivo Neal. Nel frattempo Maggie lavora al rapporto dell’EPA sull’inquinamento e all’aumento della CO2 con l’aiuto di Jim.

    The Newsroom 3x03-3Main Justice utilizza la trama principale, la diffusione e divulgazione di informazioni classificate, come da cornice che aprono e chiudono l’episodio per far muovere i personaggi principali dello show secondo i diversi dilemmi etici che erano stati già anticipati e analizzati durante la seconda puntata. Mac (Emily Mortimer) e Charlie (Sam Waterston) vogliono trasparenza ad ogni costo, fiduciosi che un giornalista non potrà mai avere problemi o capi di imputazioni per spionaggio, mentre Will (Jeff Daniels) mostra un’insolita sicurezza e calma di fronte a quello che si sta verificando forte soprattutto della sua posizione di personaggio dello spettacolo con una certa influenza sull’opinione pubblica, valore sottolineato dalle varie affermazioni quali “Non mi incrimineranno. Sono troppo importante per essere arrestato”.

    The Newsroom 3x03-2Nel frattempo la serie smorza i toni tesi e densi della lotta all’informazione, portandoci al 22 Aprile 2013, giornata mondiale della terra, attraverso l’approfondimento sull’EPA che ha Maggie (Alison Pill), si sviluppano così i rapporti umani della redazione, ed in particolare quello che ha la giovane producer con il senior (John Gallagher Jr.) e di come quest’ultimo sia ancora infatuato della bionda dal carattere sfuggente. Ma il loro non è il solo rapporto sotto i riflettori, densi di ironia saranno anche i siparietti tra Sloan (Olivia Munn), Don (Thomas Sadoski) e Wyatt (Keith Powell), il nuovo vicedirettore delle risorse umane. Nonché i tentativi di Leona (Jane Fonda) e Reese (Chris Messina) di trovare i 4 miliardi necessari per non vendere l’ACN allo squalo dell’intrattenimento incarnato da Lucas Pruit (B.J. Novak) capo della Savannah, che in un breve scambio di battute mostra da subito la volontà capitalistica di fare soldi sulla mercificazione della cronaca.

    The Newsroom 3x03La terza puntata rallenta in ritmo narrativo concedendosi una pausa con alcune ripetizioni di sceneggiatura. Il caso di Neal assume un valore aggiunto per la missione di “civilizzazione” cara ai protagonisti e porta in discussione il tema della popolarità e di come per l’ambiente giornalistico alcune figure siano “intoccabili”. Nel mentre si ribadisce il problema etico del giornalismo sui social, vero “antagonista” per Aaron Sorkin che in tre puntate ha dato ampio spazio alla natura “grigia” di questo nuovo modo di fare informazione nonché i contratti che si stipulano con i giornalisti 2.0. Contemporaneamente lo show torna sulla matrice romantica con le sue coppie, per poter mixare così la realtà alla finzione.