Dopo mesi di attesa siamo tornati ad Alexandria. The Walking Dead 6×01 mostra i nostri (anti)eroi alle prese con una situazione difficile da gestire, mentre in ballo non c’è solo la sopravvivenza ma anche la fiducia e la responsabilità.

L’episodio, dal titolo First Time Again diretto da Greg Nicotero, è strutturato su due livelli temporali diversi. Il primo, fotografato a colori, è il presente, in cui i nostri, in comunione con gli abitanti di Alexandria, cercano di far funzionare una gigantesca trappola acchiappa-zombie, per convogliare in un unico luogo, e così distruggere, una quantità enorme di Erranti, accumulatasi poco distante dal perimetro sicuro della cittadina. Il secondo livello, in un bianco e nero non eccelso, parte immediatamente dopo le vicende del finale di stagione e ci racconta le reazioni, i rapporti e i delicatissimi equilibri che si sono smossi dopo che Rick (Andrew Lincoln) ha giustiziato Pete per l’omicidio di Reg.

Filo rosso dell’episodio, sottolineato dal titolo, è il rapporto tra Rick e Morgan (Lennie James), ritrovatisi dopo molti anni (leggi stagioni) e finalmente con una nuova occasione di conoscersi e di fare squadra, “per la prima volta, di nuovo”.

A livello drammaturgico l’episodio riprende la vicenda della messa in sicurezza della prigione nella terza stagione, i ritmi sono più blandi e fanno i conti ovviamente con una maggiore quantità di attori, sia dal punto di vista dello schieramento umano che da quello degli Erranti. Il cuore concettuale dell’episodio però è caldo e rassicurante, almeno per il momento: non abbiamo più la percezione che l’uomo debba combattere l’uomo, ma che la famiglia sia finalmente tutta unita e compatta, nonostante qualche incomprensione appianata grazie alla proverbiale democrazia di Rick, schierata contro il fronte comune.

The Walking Dead 6x01Restano in ombra personaggi pivotali quali Daryl (Norman Reedus), Carol (Melissa McBride) e Michonne (Danai Gurira), mentre un bello spazio è dedicato a Glenn (Steven Yeun) e Maggie (Lauren Cohan), non in quanto coppia ma piuttosto come personaggi positivi, luminosi. Loro, con la piccola Judith, rappresentano in qualche modo il futuro, la speranza di una salvezza collettiva.

Alexandria è adesso una casa da proteggere e gli abitanti che la occupavano sono da addestrare alla sopravvivenza, così da poter garantire un domani a tutta la comunità. Sappiamo ormai fin troppo bene che un solo anello debole basta a distruggere ogni cosa. E lo sa soprattutto Rick. Mai come in questo episodio scopriamo che il personaggio non è solo cambiato ma è consapevole del suo cambiamento, della sua “bestialità”, una caratteristica che adesso entrerà in crisi a causa del ricongiungimento con Morgan.

Chiude l’episodio un colpo di scena che, come le emozioni forti della serie AMC, ci accompagnerà per tutta la settimana, fino al prossimo sconcertante e temuto avvenimento.