Si è conclusa con discreto successo la quinta stagione dello show di successo The Walking Dead, basato sull’omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman e trasmesso dal network americano AMC. Ebbene oggi arrivano alcune indiscrezioni da uno dei produttori della serie,  David Alpert, che ha parlato del futuro dello show e di cosa aspettarci. Alpert ha rivelato che  avere come base il fumetto li aiuta molto a guardare al futuro, tanto che hanno già parlato di una decima stagione, che sarà un grande momento drammatico, o della undicesima e dodicesima stagione di cui già conoscono la trama, certo, se ci arriveranno.

Non sappiamo quanto realmente durerà lo show, ma sappiamo per certo che a breve vedremo anche una seconda serie spin-off dello show madre.

The Walking Dead 5The Walking Dead è una serie televisiva statunitense prodotta dal 2010. Progettata dal regista Frank Darabont, la serie è basata sull’omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman (anche produttore esecutivo dello show) e illustrata da Tony Moore e Charlie Adlard. Rispetto al fumetto, di cui comunque vengono seguite le linee guida a livello di trama, Darabont ha affermato che la serie presenta parecchie novità nella storia, come ad esempio l’introduzione di alcuni personaggi inediti.

Il primo episodio è stato trasmesso dal canale televisivo AMC il 31 ottobre 2010, durante il Fearfest. In Italia viene trasmessa, quasi in contemporanea, da Fox a partire dal 1º novembre 2010; l’episodio pilota è stato invece trasmesso in chiaro da Cielo il 21 aprile 2012.

Rick Grimes è uno sceriffo vittima di un incidente durante uno scontro a fuoco con dei fuorilegge: colpito alla schiena, va in coma, lasciando tra le lacrime la moglie Lori e il figlio Carl. Il risveglio, poco tempo dopo, è traumatico: l’ospedale è distrutto ed è pieno di cadaveri. Rick non ci metterà molto a capire la situazione: il “virus” che sembrava essere controllato prima del suo incidente, ha preso piede. I morti si risvegliano ed attaccano i vivi, la cui presenza è sempre minore. Lo sceriffo sfrutterà tutte le sue abilità di sopravvivenza e di capacità con le armi per sopravvivere ed uscire dalla città, trovando altri superstiti rifugiati tra i boschi: tra questi, ritrova la famiglia e il suo migliore amico Shane. Costretti poi a spostarsi, presto si accorgeranno che i veri nemici sono gli altri esseri umani, spinti unicamente dall’istinto di sopravvivenza.