Tutto si può dire, eccetto che alla NBC siano superstiziosi: per la prossima stagione la rete  propria ‘corazzata’ conferma una decina di serie, ne cancella altrettante e ne lancia ben tredici nuove di zecca. Una mossa che se da un lato può sembrare coraggiosa, ed è comunque indubbiamente ambiziosa, dall’altro appare quasi obbligata, alla luce dei risultati deludenti dell’ultima stagione: NBC è finita al quarto posto trai cinque principali network americani, assistendo a una catena di fallimenti, tra serie arrivate alla frutta e nuovi lanci sostanzialmente falliti, in qualche caso anche con l’onta della sospensione dopo una manciata di episodi. Il presidente Robert Greenblatt ha quindi dovuto fare di necessità virtù, cercando di edificare un palinsesto che riesca a mantenere gli spettatori fidelizzati e nel contempo conquistare di nuovi (e tanti): la strategia di fondo appare incentrata sul rilancio del ‘comedy’: un genere dalle trame poco complicate, dalla breve durata, con episodi in genere autoconclusivi, che quindi può rivelarsi abbastanza ‘agile’, capace di calamitare l’audience ma allo stesso tempo di non farla sentire ‘vincolata’ allo svolgimento di trame che, negli ultimi anni, in altri generi si sono fatte via via sempre più complicate (senza poi essere, in alcuni casi, sviluppate fino alla fine a causa di chiusure o sospensioni); il tutto con l’obbiettivo di fondo di conquistare un pubblico più vasto rispetto agli ultimi tempi: NBC è stata infatti accusata di aver voluto mirare a un pubblico troppo ristretto a volte elitario.

Grimm, Whitney, Smash e Up all night sono le uniche quattro serie avviate la scorsa stagione ad essersi conquistate la riconferma; tra gli altri vale almeno la pena di segnalare  30 Rock arrivato alla settima stagione, e la quattordicesima di Law & Order: unità speciale. Tra le chiusure, è almeno il caso di citare Chuck: la spia-suo-malgrado interpretata da Zachary Levy conclude la sua corsa forse con una stagione di ritardo: il ‘nuovo inizio’ tentato con l’ultima stagione non è riuscito a rilanciare una serie che a tutti gli effetti appariva giunta alla sua fisiologica conclusione.

E veniamo alle tantissime novità: si parte con 1600 Penn: protagonista la famiglia Gilchrist alle prese con il fenomeno del ‘ritorno al nido’ di un figlio ormai adulto, e con altri due, adolescenti, fin troppo ‘svegli’; completa il quadro una matrigna alla conquista dell’affetto della prole del marito, interpretato da Bill Pullman che, tra le altre cose… è anche il Presidente degli USA: dopo West Wing e Una donna alla Casa Bianca, è la volta quindi di un’altra serie ‘presidenziale’ stavolta improntata alla commedia. Nel cast, anche Amara Miller (vista sul grande schermo in Paradiso Amaro).

Con Animal Practice si passa all’ambiente medico:  il protagonista George Coleman è una sorta di Dott. House del mondo animale, abilissimo quando si tratta di esseri a quattro zampe, molto meno a suo agio nelle relazioni con i bipedi. Le cose si complicano quando alla guida della clinica dove lavora arriva la sua ex… Protagonista Justin Kirk (Weeds).

Un più canonico ospedale ‘umano’ è il teatro delle vicende di Do No Harm: non siamo però di fronte tanto all’ennesimo dramma in camice bianco, quanto a una versione moderna di Dr. Jekyll e Mr. Hyde: il neurochirurgo al centro della serie si ritroverà a vivere un incubo quando la sua seconda personalità, apparentemente definitivamente soppressa, tornerà a farsi viva, con oscuri propositi di vendetta.

Steven Pasquale (Rescue Me) è il protagonista della serie, che vede tra l’altro il ritorno sugli schermi di Phylicia Rashad (la Claire dei Robinson).

Altra vecchia conoscenza degli amanti delle serie è Matthew Perry (Friends, Studio 60), che in Go On interpreta un conduttore radiofonico alle prese col difficile ritorno alla vita dopo la morte della moglie: convinto di potercela fare da solo, sarà costretto dal proprio capo ad entrare in un gruppo di sostegno col risultato di metterne a soqquadro le dinamiche.

Il mondo della radio diventa ancora più centrale in Nex Caller, dove uno speaker dai modi spicci e volgari si trova ad avere come compagna di microfono un’agguerrita femminista: lo stile da ‘chiacchiera da bar’ del primo si scontrerà con la volontà della seconda di passare a registri più ‘alti’, il tutto ruotato attorno al tema classico dei rapporti tra uomini e donne.

Con Chicago Fire si passa a climi più seri, osservando la vita quotidiana di una squadra di vigili del fuoco e paramedici alle prese con situazioni d’emergenza, la necessità di coniugare la loro ‘missione’ con la propria vita privata, con la tragedia sempre dietro l’angolo; scrive Dick Wolfe (una garanzia), interpretano, tra gli altri, Jesse Spencer (reduce da Dr. House) Taylor Kinney (The Vampire Diaries), Eamonn Walker (Oz).

I successi cinematografici dei Pirati dei Caraibi hanno dato invece a NBC l’idea di tentare la strada della pirateria sul piccolo schermo, mescolandola con la storia americana: nel 1715 le Bahamas sono la prima democrazia funzionante d’America, per quanto popolata da pirati, banditi e criminali di tutti i generi, a capo della ‘nazione’ è Edward Teach, meglio conosciuto come il Pirata Barbanera, che dovrà guardarsi le spalle da un tentativo di golpe. Creatore della serie è Neil Cross (Luther).

Si torna ai giorni nostri con tre neo-padri trentenni, divisi tra responsabilità e sindrome di Peter Pan, al centro di Guys with kids; protagonisti: Jesse Bradford (West Wing), Zach Caregger (Friedns with benefits) ed Anthont Anderson (Law & Order).

Hugh Dancy dà invece il proprio volto a WIll Graham, profiler dell’FBI alla caccia di un serial killer che chiede l’aiuto al celebre psichiatra Hannibal Lecter, nella quasi omonima Hannibal, prima trasposizione per il piccolo schermo del personaggio di Thomas Harris. I due avviano un’efficacissima collaborazione, ma  Graham, naturalmente, è completamente allo scuro delle pratiche cannibalistiche del suo geniale collaboratore..

Un detective dell’FBI è anche il protagonista di Infamous, incaricato di indagare sulla morte per overdose della giovane erede di un impero farmaceutico, scoprendo fin da subito oscure trame sotterranee all’interno dalla famiglia; ad aiutarlo arriverà un’amica di vecchia data della vittima che detective anche lei, ma in incognito riallaccerà i rapporti con la famiglia per scoprire cosa c’è alle spalle del crimine.

Revolution traduce un apparente incubo in un’utopia: un mondo nel quale 15 anni prima, improvvisamente e senza alcuna spiegazione, viene meno la corrente elettrica: si torna così a ritmi di vita da ‘800, scandita semplicemente dal sorgere e tramontare del sole e con le notti passate e lume di candela; ma nell’ombra c’è qualcosa di oscuro, legato proprio al misterioso blackout globale.

La serie è vede nel team creativo il regista dei marvelliani Iron Man Jon Favreau, J.J. Abrams ancora alla ricerca di un’idea vincente quanto lost ed Eric Kripke (Supernatural). Billy Burke (The Twiligh Saga), Tracy Spiridakos (Beng Human), Anna Lise Philips (Terra Nova) sono alcuni dei partecipanti al classico cast corale.

Anne Heche (Hung, Men in Trees, Ally Mc Beal) interpreterà invece Beth, protagnista di Save Me: una comune abitante di un’anonima periferia che dopo un’esperienza di pre-morte si ritroverà in possesso di una sorta di ‘linea diretta’ col Padreterno: inizialmente chi le sta intorno attribuirà il tutto alle conseguenze del trauma vissuto, ma quando cominceranno a susseguirsi avveimeni inspiegabili, le cose sembreranno un tantino diverse…

Per finire, The New Normal narrerà le invece le vicende di una giovane coppia gay di Beverly Hills: con un matrimonio felice e carriere ben avviate l’unico tassello mancante è un figlio; a dare loro speranza sarà l’incontro con Goldie, una giovane di donna di estrazione proletaria con un passato difficile e una figlia al seguito, che diventerà la loro madre surrogata. Nel cast, tra gli altri, Justin Bartha (Una notte dalle Leoni) ed Ellen Barkin.

SERIE CONFERMATE

30 ROCK

COMMUNITY

GRIMM

LAW & ORDER UNITA’ SPECIALE

PARENTHOOD

PERKS AND RECREATION

SMASH

THE OFFICE

UP ALL NIGHT

WHITNEY

SERIE CANCELLATE / CONCLUSE

 ARE YOU THERE, CHELSEA?

AVWAKE

BENT

BEST FRIENDS FOREVER

FREE AGENTS

HARRY’S LAW

IL SOCIO

PRIME SUSPECT

THE PLAYBOY CLUB

NUOVE SERIE

1600 PENN

ANIMAL PRACTICE

CHICAGO FIRE

CROSSBONES

DO NO HARM

GO ON

GUY WITH KIDS

HANNIBAL

INFAMOUS

NEXT CALLER

REVOLUTION

SAVE ME

THE NEW NORMAL