Tanta paura ieri sera a Roma, nella sala 10 dello Space Cinema di Parco dei Medici,  quando, nel corso della proiezione de Il cavaliere oscuro – Il ritorno, uno spettatore ha esclamato: “C’è una bomba, c’è una bomba!”. La proiezione è stata interrotta, sono intervenuti polizia e artificieri: falso allarme. Cosa ha spinto l’uomo a urlare? Un reale timore? La voglia di fare il furbo, cavalcando l’onda lunga della strage di Aurora? Interrogato, ha dichiarato d’aver gridato dopo che un altro spettatore si era allarmato notando uno zaino abbandonato sotto un sedile. Zaino che – possibile stupirsene? – non è stato trovato dalle forze dell’ordine. Pare proprio che la carneficina di James Holmes abbia marchiato a fuoco il terzo e ultimo Batman di Christopher Nolan, rendendolo un ottimo pretesto per chi ha voglia di un po’ di visibilità. Tra l’altro, sempre in Italia, nel ravennate, pochi giorni fa si è registrato un altro episodio che prende le mosse dalla terribile notte del 20 luglio 2012: tre giovani amici, infatti, sono entrati in sala intenzionati ad assistere Il cavaliere oscuro – Il ritorno vestiti proprio come Holmes in occasione della mattanza. Il personale li ha allontanati; poi, una volta abbandonati i travestimenti, i tre sono stati fatti rientrare. Alla fine della proiezione, non paghi, i cialtroni hanno recuperato parrucche e maschere antigas per scattarsi foto di pessimo gusto nei pressi del cinema.

Fonte: Il Messaggero, Il Resto del Carlino

[nggallery id=29]