Correva l’anno 1996 quando la Capcom – già produttrice di videogame dal grande successo quali Street Fighter, le serie di Darkstalkers, Mega Man, Ghosts ‘n Goblins, l’arcade Captain Commando, tutti autentici cult anni ’90 – partoriva Resident evil, un videogioco survival horror che contribuì non poco al grande successo iniziale della stessa console Play Station, uscita due anni prima. Resident evil attirò e sconvolse milioni di teenegers (e non solo) di tutto il Mondo, intenti a massacrare feroci zombie e ammaliati da una trama avvincente soprattutto perché nuova, che non a caso ispirò molti altri videogame e film successivi.

Questo gioco, oltre ad aver visto nascere una serie di episodi successivi, anche per altre piattaforme (Pc, Sega Saturn, Nintendo DS), è stato anche trasposto al cinema, in un primo omonimo episodio del 2002 interpretato da Milla Jovovich e Michelle Rodriguez; il film a sua volta ha avuto altri 3 sequel: Resident Evil: Apocalypse, uscito nel 2004; Resident Evil: Extinction, uscito nel 2007 e Resident Evil: Afterlife, uscito nelle sale italiane il 10 settembre 2010, girato completamente in 3D. Siamo ora giunti al quinto episodio, che uscirà il 14 settembre di quest’anno: Resident Evil: Retribution.

Nella storia il T-virus mortale della società farmaceutica Umbrella Corporation continua a devastare la Terra, trasformando la popolazione mondiale in legioni di zombie affamati di carne umana. Alice (Milla Jovovich), unica e ultima speranza per la razza umana, si risveglia all’interno della struttura segreta della Umbrella e svolgendo indagini approfondite, scopre alcuni segreti sconvolgenti del suo misterioso passato. Conduce una serie di ricerche da Tokyo a New York, Washington D.C. e Mosca, con l’aiuto di nuovi alleati e vecchi amici. Ricerche che ribalteranno alcune sue certezze, quelle poche rimastegli.

Prodotto dalla Constantin Film Produktion, Impact Pictures, diretto e sceneggiato dall’inglese Paul W.S. Anderson – che ha già diretto il primo e il quarto episodio – il film vede ancora protagonista la coppia Milla Jovovich e Michelle Rodriguez, nonché Sienna Guillory, Shawn Roberts e Kevin Durand. Sebbene il film esca in coda all’estate, è stato sponsorizzato fin dall’inizio di quest’anno, come buona prassi per le produzioni più attese: il 20 gennaio 2012 è stato pubblicato il teaser trailer ufficiale, assieme alle prime immagini che ritraggono la protagonista Milla Jovovich in assetto da guerra. Poi a giugno Milla Jovovich ha partecipato ad una speciale web chat in cui ha presentato un nuovo trailer del film, diffuso il 14 gennaio e della durata di due minuti. Il video inizia con la protagonista in un tranquillissimo nido familiare insieme al marito e alla figlioletta, squarciato pochi secondi dopo da alcuni zombie che irrompono in casa. Come per dire: la mia vita sarebbe stata così, se non fosse stato per gli esperimenti folli dell’Umbrella.

Girato interamente in 3D come il quarto episodio, la storia ricomincia dove l’avevamo lasciata: ossia sul ponte dell’Arcadia, dove Alice riprende coscienza, catapultandosi nuovamente in un incubo senza fine. Questa volta dovrà vedersela con tre tipi di zombi: “Russians”, “Las Plagas” e quelli di Tokyo, per una sorta di internazionalizzazione dell’orrore che non riguarda più solo la malcapitata Raccoon City.

Tutto lascia presagire che anche questo episodio proseguirà sulla scia dei precedenti, entusiasmando tutti quelli che anni fa passarono notti insonni o pomeriggi interi a giocarci alla PS, ma anche dei nuovi adepti di storie di zombie e virus letali. Oltre ai fan del 3D più estremo, ovviamente.

[imagebrowser id=36]