Claude_Chabrol

 

E’ morto domenica mattina il regista francese Claude Chabrol. A dare la notizia il Comune di Parigi.

Dopo aver collaborato come critico con i Cahiers du Cinéma alla fine degli anni cinquanta, Chabrol ha partecipato all’avvio del movimento cinematografico Nouvelle Vague assieme a François Truffaut, Jacques Rivette, Jean-Luc Godard e Eric Rohmer (morto all’inizio del 2010). In cinquant’anni di carriera ha realizzato più di cinquanta film: il primo riconoscimento internazionale lo ebbe già nel 1959, quando I Cugini vinse l’Orso d’Oro al Festival di Berlino.

Grazie alla prolifica collaborazione, avviata negli anni settanta, con l’attrice Isabelle Huppert, sua musa, iniziò ad avere grande notorietà all’estero. Influenzato dalle opere di Hitchcock (ha scritto assieme a Rohmer un saggio su di lui) e dalla letteratura poliziesca, di cui era grande appassionato, Godard sviscerava nei suoi film i segreti della borghesia francese. Tra i suoi lavori si ricordano, oltre a I Cugini, Landru (su un sorta di serial killer ante litteram), Stephane, una Moglie Infedele (rifatto poi negli Stati Uniti con Richard Gere), Gli Innocenti dalle Mani Sporche e Il Buio nella Mente.

“Chabrol è stato un immenso cineasta francese, libero, impertinente, politico e prolisso”, ha commentato nel comunicare la sua morte Christophe Girard, responsabile per la cultura al Comune di Parigi.