L’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici presenta il 3, 10 e 17 novembre una prima eco delle rivoluzioni popolari della Primavera araba, vista da registi. Tre appuntamenti settimanali che ci portano sull’altra sponda del Mediterraneo per una breve incursione nel cinema documentario dell’Egitto e della Tunisia. Tre serate di proiezioni e dibattiti, per illustrare gli eventi che stanno scrivendo la storia del più vicino oriente e l’effervescenza culturale che sta riunendo una generazione importante di cineasti.

Nella scorsa primavera, con la prima edizione di CineMondo, Villa Medici aveva già rivolto lo sguardo verso i paesi del Medio Oriente e in particolare al Libano, Siria, Israele e territori palestinesi in un dialogo permanente e forte con le generazioni di registi e autori del passato.

La serata del 10 Novembre 2011 in omaggio al SalinaDocFest proporrà la visione di quattro documentari corti e medi che renderanno conto della “Primavera araba dei giovani” vista dai documentaristi tunisini, Rafik Omrani, Olfa Chakroun e Karim Yaakoubi.

La serata di chiusura del Festival avrà luogo il 17 Novembre 2011 e si articolerà intorno al documentario Plus jamais peur (No more fear) del regista tunisino Mourad Ben Cheikh. Seguendo le esperienze di tre persone, una blogger, un avvocato e un giornalista, il regista dà voce agli atti di rivolta contro la logica della paura imposta dal regime dittatoriale.

Programma

Giovedì 10 novembre
20h30| Finestra sul SalinaDocFest 2011.
La primavera araba raccontata dai giovani.

Gli avvenimenti che stanno sconvolgendo i paesi arabi, in questo 2011, chiedono al nostro paese di aprire gli occhi su quel che accade al di là dei nostri confini e di lavorare su un orizzonte comune che possa finalmente unire la riva sud e la riva nord del Mediterraneo: i giovani precari di Tunisi con quelli di Palermo, i figli della rivoluzione di Bengasi con quelli del Cairo, senza dimenticare le donne del Maghreb, che hanno fatto scoccare la scintilla della primavera araba. In questa prospettiva tutta mediterranea si è posta la V edizione del SalinaDocFest, che ha dedicato una sezione alla Primavera Araba raccontata dai giovani.
[Giovanna Taviani]
In partenariato con il SalinaDocFestival.

Le mur, di Rafik Omrani, Tunisia, 2011, 4′
Fallega 2011, di Rafik Omrani, Tunisia, 2011, 52′
Tunisie Année Zero, di Olfa Chakroun, Tunisia, 2011, 15′
L’Auditorium, di Karim Yaakoubi, Tunisia, 2011, 15′

Giovedì 17 novembre
20h30 | Proiezione di Plus jamais peur (No more fear) de Mourad Ben Cheikh
Tunisia, 2011, 74’

La rivoluzione tunisina vista attraverso tre destini individuali: la blogger Lina Ben Mhenni, una piccola donna che ha osato sfidare il regime di Ben Ali descrivendo dall’inizio sul suo blog il movimento di rivolta partito da Sidi Bouzid; l’avvocato Radhia Nasraoui, che da lungo tempo difende i diritti dell’uomo e che ha pagato caro il suo impegno, così come suo marito spesso imprigionato; e infine il giornalista Karem Cherif, uomo di lettere che ha combattuto durante le giornate terribili che hanno visto la partenza di Ben Ali per difendere il suo quartiere con il sostegno della sua famiglia… Un denominatore comune a queste storie : la paura, quella che conoscono tutti i tunisini, quella che regna sulle loro vite, quella che ha lasciato dei segni su di un popolo esangue. E di fronte a questa, un grido unanime: mai più avere paura.
Serata speciale in anteprima romana.

Mourad Ben Cheikh è nato il 29 gennaio 1964 a Tunisi. Vive e esercita le sue attività professionali tra la Tunisia e l’Italia. Ha un particolare interesse per la plasticità dell’immagine, è il frutto della sua grande passione per la fotografia e della sua frequentazione delle Belle-Arti di Tunisi. In seguito, ha acquisito una solida base teorica all’Università di Bologna in Italia. Si ritrovano le impronte delle sue caratteristiche sia nei recenti documentari su Bobodioulasso al Burkina e Djenne al Mali (2008), che in vecchi lavori quali Mare Nostrum e la serie Histoire en Méditerranée. Nell’ambito della finzione non mancano i corto-metraggi : Le pâtre des étoiles così come il recente Une saison entre enfer et paradis. Plus jamais peur è il primo film documentario selezionato ufficialmente al Festival di Cannes.

Programma cinema 2012:

L’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici presenterà nel 2012:
Dall’8 al 14 marzo: la seconda edizione di Re|visioni, manifestazione dedicata al cinema restaurato
Dal 16 al 27 luglio: cinema all’aperto, dedicato quest’anno a un’attrice francese e un attore italiano: Chiara e Marcello Mastroianni
Autunno 2012: la seconda edizione di CineMondo, destinata ai paesi del cono Sud dell’America Latina (Cile, Argentina, Uruguay).

Informazioni pratiche

Accademia di Francia a Roma – Villa Medici
Viale Trinità dei Monti, 1 – 00187 Roma
T. [+39] 0667611
Email: [email protected]

Tutti i film sono proiettati in versione originale sottotitolata in italiano.

Tariffe:

5 euro (intero) | 4 euro (ridotto)

L’acquisto del biglietto per la “La Primavera araba del cinema”, vi darà ugualmente accesso alle gallerie della mostra Éric Poitevin fotografie.