Oggi a Roma è stato presentato il Ca’ Foscari Short Film Festival, primo festival concepito, organizzato e gestito direttamente da una Università, la Cà Foscati di Venezia. La prima edizione si svolgerà dal 26 al 29 maggio a Venezia. Alla guida del Festival il critico Roberto Silvestri, coadiuvato da una squadra veneziana ed internazionale di docenti universitari, professionisti del cinema e della cultura uniti all’interno dell’esperienza internazionale di Ca’ Foscari Cinema. Coordinatrice della rassegna la professoressa Maria Roberta Novielli, delegata dal rettore Carlo Carraro a responsabile delle attività cinematografiche dell’Università. Al centro del Festival un concorso di 30 opere provenienti da scuole di cinema pubbliche e private di tutto il mondo che saranno giudicate da una giuria internazionale composta dall’italiano Valerio Mastandrea, dall’uruguayano Mario Handler e dall’inglese Theo Eshetu.

Il premio per il vincitore sarà realizzato dallo IED, l’Istituto Europeo di Design di Venezia, al quale si associano altre due menzioni speciali che saranno conferite da Raro Video e dall’Editrice Volumina.
Oltre alla sezione Internazionale ( che comprende i cortometraggi girati durante la Rivoluzione in Tunisia dagli allievi del grande cineasta tunisino Nouri Bouzid (Making Off, L’uomo di cenere), sarà presente anche un piccolo concorso destinato agli Istituti Medi Superiori della Regione Veneto: una valida piattaforma per comprendere le tendenze più “verdi” del territorio. La giuria che visionerà i cortometraggi è formata da studenti della Ca’ Foscari che premieranno i vincitori con un riconoscimento realizzato dallo IED  e uno speciale consegnato dalla giuria del Videoconcorso Francesco Pasinetti.
Le proiezioni avranno luogo all’interno delle Sedi dell’Ateneo: il 26 e il 27 maggio presso il teatro Ca’ Foscari Santa Marta; il 28 e 29 maggio all’auditorium Santa Margherita.
Nell’intento di rendere ancora più ricco e variegato il panorama di proposte offerte, all’interno del Festival troverà spazio una sezione di “programmi speciali”, che comprendono : la presentazione e proiezione di film realizzati per l’occasione dai giurati; il progetto Cinetreno con un ciclo di Corti Russi; la presentazione del workshop dedicato alla pratica creativa dei titoli di testa e ai suoi protoganisti; gli speciali di Raro Video con la proiezione del film Tromba Fredda ; un programma speciale dedicato a  Roberto Nanni con cinque corti da lui realizzati; il Videoconcorso Francesco Pasinetti e lo speciale su Film Austriaci realizzati dalla Fondazione Levi. Infine,  verrà presentato un programma speciale con  Palazzo Grassi.
Il Ca’ Foscari Short Film Festival si propone come piattaforma di lancio per le nuove generazioni, riconfermando ancora una volta Venezia capitale internazionale del Cinema e l’Università Ca’ Foscari come centro internazionale di sperimentazione di nuovi linguaggi e diffusione della cultura.