- Pubblicità -

Spider-ManLe recenti difficoltà della Sony a sfruttare al meglio il personaggio di Spider-Man, isolato, per questioni di sfruttamento cinematografico, dal resto dei suoi compagni Marvel, avevano spinto i produttori a mettere in cantiere non solo uno spin-off al femminile sui personaggio dell’universo di Spidy, ma anche un improbabile film sulla giovinezza di Zia May, un prodotto alla Agent Carter.

LEGGI ANCHE: Infinity War Parte 1 e 2: regia ai Fratelli Russo che rinunciano a SpiderMan 3?

L’ormai celeberrimo Sony Hack ha però fatto venire alla luce ulteriori dettagli su quelli che erano i piani della Marvel per Spider-Man, se avesse avuto il controllo del personaggio. Questi piani in realtà possono ancora avverarsi, se la Sony dovesse accettare l’accordo di controllo creativo congiunto.

LEGGI ANCHE: Captain America Civil War: nuovi dettagli sulla discussione Sony e Marvel

L’accordo prevede la ‘pulizia’ del franchise da tutto ciò che lo lega a The Amazing Spider-Man (1 e 2), compresi gli attori che fanno parte del cast. In realtà alcuni rapporti indicano che Andrew Garfield sarebbe già stato licenziato dalla Sony ad Ottobre.

I progetti della Marvel per un film ‘solo’ di Spider-Man vedono come primo passo quello di allontanare il personaggio dal romanticismo e dal dramma, elementi fondamentali nei film di Marc Webb, e di riportare l’attenzione sullo Spider-Man supereroe, come aveva mirabilmente fatto Sam Raimi con il film del 2004. Inoltre la Marvel pensa, a ragione, che le origini del personaggio siano già state ben raccontate, per cui un nuovo film sullo Spara Ragnatele che dovesse seguire gli accordi di controllo creativo, comincerebbe con Peter Parker che ha già i suoi super poteri.

Le dichiarazioni trapelate sull’argomento terminano con la frase: “La presenza di Spider-Man in Captain America Civil War potrebbe servire da introduzione per il personaggio nell’Universo Cinematografico Marvel.”

- Pubblicità -