zack-snyder

 

Zack Snyder sembra essere stufo delle continue critiche al suo Man of Steel (L’uomo d’acciaio) e, soprattutto, dei paragoni con l’originale interpretato da Christopher Reeve. Intervistato da Forbes, il regista del prossimo Batman vs Superman si è lasciato andare ad una serie di dichiarazioni che hanno definito una volta per tutte il suo punto di vista sulla questione. Dichiarazioni piuttosto forti ma decise che vi riportiamo di seguito:

“La cosa che più mi ha sorpreso in risposta al mio Superman è stato vedere come il pubblico continuava a fare paragoni con il film di Christopher Reeve – ha detto Snyder – Quanto il pubblico continuasse a restare ancorato a certe idee di supereroe. Idee che non appartengono al fumetto, ma sono proprie del singolo film… se analizzate davvero il fumetto, Superman fa davvero tutte quelle cose. Credo che le regole che le persone associano all’universo cinematografico di Superman non siamo poi le stesse regole che davvero governano il mondo del fumetto. Lui fai molte più cose di quante ne abbiamo mostrate”.

“E’ un po’ come quello che mi è successo con Watchmen: volevo mostrare la reale natura della violenza, volevo rendere Superman un personaggio reale e l’ho fatto – ha continuato il regista – Quando poi vogliamo dimostrare che la violenza è vera e che le persone davvero vengono ammazzate, allora questo non va bene. E’ buffo vedere come le persone ne facciano una questione personale… solo perché ho voluto che Superman affrontasse le conseguenze di quello che fa nella vita”.

Fonte: Variety