Patricia Arquette, premio Oscar l’anno scorso per il suo ruolo in Boyhood, ritiene che la nuova legge per la parità di stipendi tra i sessi, in vigore da Venerdì, avrà un impatto significativo su Hollywood.

 

La Arquette non è nuova all’argomento: già aveva affrontato l’argomento della parità di trattamento delle donne ad Hollywood durante il suo discorso per la consegna dell’Oscar, affermando che “in generale sarà necessario fare dei cambiamenti radicali, perchè per decenni le addette ai lavori di Hollywood sono state sottopagate ingiustamente.”

Patricia Arquette è apparsa recentemente a una conferenza tenutasi all’Amelia Earhart Library, New Hollywood, insieme a diversi legislatori di spicco del panorama statunitense per parlare appunto della questione sollevata agli Oscar, ed ha fatto dichiarazioni sull’ argomento citando diversi nomi grossi dell’industria cinematografica.

La Arquette ha dichiarato che scandali come per esempio l’attacco hacker che ha colpito la Sony ha reso pubbliche le iniquità di reddito delle donne a Hollywood, e non solo le attrici, ma anche le segretarie o più in generale tutte le addette ai lavori, secondo le parole dell’attrice premio Oscar “indipendentemente dal fatto che guadagnino 10 milioni di dollari o 10 dollari l’ora”.

Sempre riportando un altro esempio recente, Patricia Arquette ha per esempio sottolineato come un’attrice di calibro mondiale come Jennifer Lawrence sia stata pagata meno di tutti i suoi colleghi maschili in American Hustle. 

A Hollywood, insomma, sembra che non siano tempi semplici per il gentil sesso, nella speranza che con l’anno nuovo, e la nuova legge in arrivo, tutto questo possa cambiare.

Fonte: Variety