Emma Stone

Nonostante i continui reclami e le continue denunce da parte delle star contro il sessismo a Hollywood, non sembra attenuarsi la piaga che va a infastidire anche personaggi che si immaginano affermati e “protetti” come nel caso di Emma Stone. L’attrice, che quest’anno “corre il rischio” di vincere tutti i premi in palio per la sua categoria nella season awards grazie al superbo lavoro fatto in La la Land, ha dichiarato di recente che anche lei è stata vittima di maschilismo durante alcune esperienze su set diversi in passato.

 

Parlando con Rolling Stone, Emma Stone ha dichiarato: “Ci sono state volte, in passato, girando un film, in cui mi è stato detto che portando idee e suggerimenti sul set avrei ostacolato il processo creativo… Ho esitato a pensare che riguardasse il fatto che sono donna, ma poi mi è capitato di improvvisare e tutti hanno riso, poi hanno dato la mia battuta, inventata da me, al mio collega maschio. O magari ho detto ‘non credo che questa battuta funzionerà’ e loro mi dicevano ‘tu dilla e basta e se non funziona la tagliamo’ e invece poi non l’hanno tagliata e davvero non funzionava.”

Sembra davvero che nessuno sia immune da questo comportamento radicato nel modo di fare collettivo!

CORRELATI:

Intanto vedremo Emma Stone al cinema in La la Land a partire dal 26 gennaio 2017.

La La Land recensione del film con Emma Stone e Ryan Gosling

La La Land è un musical diretto da Damien Chazelle a metà tra dramma e commedia che segue la storia di Sebastian (Gosling) e Mia (Stone), che stanno insieme grazie alla loro passione comune per la musica. Ma appena il successo bussa alla loro porta devono fare i conti con il sottile tessuto che tiene insieme il loro amore.