Justice League

Mentre Batman v Superman sta registrando un calo sensibile di incassi oggi il The Hollywood Reporter, ha pubblicato un interessante articolo in merito alla questione Warner Bros e al futuro dello Studios, anche in seguito alla difficile probabilità che Batman v Superman arrivi al miliardo d’incasso, anche se in ogni caso il film di Snyder i suoi milioni li ha incassati tutti. Infatti, la crisi della Warner probabilmente è collegata ai flop incasellati uno dietro l’altro con grandi produzioni come Jupiter AscendingPan e In the Heart of the Sea. A tal proposito il THR, mosso anche da voci vicine alla major, rivela che lo studios è al vaglio della spinosa questione se sia utili affidarsi ad una linea editoriale dipendente da grandi film maker o abbracciare di più una politica improntata sul prodotto e la produzione come fa la Disney.

DC FilmsSecondo alcune voci ad Hollywood, la causa di questi flop produttivi e l’incertezza su alcuni piani sono dovuti  alla perdita di uno dei produttori chiavi del successo di WB negli ultimi dieci anni, ovvero Alan Horn, finito nel 2013 alla Disney.

A tal proposito, alcuni sono convinti che lo Studios muterà l’approccio verso qualcosa di meno legato all’autorità individuale e più importata verso il prodotto, ma anche questa ipotesi è stata già smentita dallo studios stesso. Dunque in questo senso rimane difficile ipotizzare che i piani sull’Universo DC FILMS cambieranno, almeno per i titolo che riguardano la Justice League, che dovrebbe rimanere saldamente nelle mani ci Snyder, ma non è detto che le cose rimanere tali per i film successivi, e non sarebbe sorprendente se la squadra di produttori si allargasse a qualche nuova aggiunta.

DC Films

Ovviamente le teorie del THR oltre ad essere tendenziose si basano su voci che in parte sono già state smentite dalla Warner Bros ma di fatto l’autorità che ricopre nell’ambiente è indiscutibile quindi che qualcosa non sia andata proprio nel verso giusto è innegabile.