mortal kombat

Il produttore Todd Garner ha rivelato via Twitter che Mortal Kombat è diventato il film vietato ai minori con il maggior incasso dallo scoppio della pandemia. Nel suo tweet, Garner ha accennato alla possibilità di un sequel, spiegando che se il franchise continuerà, prenderanno tutto ciò che hanno imparato dalla realizzazione del primo per dare vita ad un secondo film ancora migliore.

Deadline riporta che, nel suo weekend di apertura, Mortal Kombat ha incassato 22,5 milioni di dollari, arrivando a conquistare il primo posto. Il film è uscito nelle sale statunitense e su HBO Max lo scorso 23 aprile. In Italia ancora non sappiamo quando verrà distribuito.

La sinossi ufficiale di Mortal Kombat

In Mortal Kombat, il campione di MMA Cole Young, abituato a farsi picchiare per soldi, è ignaro della sua eredità—e anche del perché l’Imperatore dell’Outworld Shang Tsung abbia mandato il suo guerriero migliore, Sub-Zero, e altri Cryomancer ultraterreni, per dargli la caccia.  Preoccupato per la sicurezza della sua famiglia, Cole parte alla ricerca di Sonya Blade responsabile della Jax, Maggiore delle Forze Speciali che porta anche lei sulla pelle lo stesso marchio del drago con cui Cole è nato.  Molto presto, si ritrova nel tempio di Lord Raiden, Antico Dio e Protettore di Earthrealm, che assicura riparo a tutti coloro che portano un marchio come il suo.

Qui, Cole si allena con guerrieri esperti come Liu Kang, Kung Lao e l’implacabile mercenario Kano, preparandosi a combattere con i più grandi campioni della Terra, contro i nemici dell’Outworld, in una battaglia in cui è in gioco il destino dell’universo. Riuscirà Cole ad essere abbastanza motivato da scatenare il suo arcana—l’immenso potere custodito nella sua anima—in tempo non solo per salvare la sua famiglia, ma anche per sconfiggere Outworld una volta per tutte?