Marco-MuellerIl Direttore Artistico del Festival Internazionale del Film di Roma, Marco Muller, ha commentato insieme ai giornalisti questa ottava edizione dell’evento, che questa sera con la cerimonia di premiazione vedrà la sua conclusione ufficiale. “Era importante ragionare su un sistema aperto e quindi avremmo potuto anche parlare di ‘festaval’ – ha detto provocatoriamente Muller ai giornalisti in merito alla ridefinizione dell’identità dell’evento – E’ importante aprirsi perchè solo così ci possiamo mettere in gioco e continuare a ripensare ad una filosofia in movimento. Inizia adesso però il momento della verifica, quando sentiremo le opinioni dei soci fondatori. Sono loro che devono, con il Presidente e il consiglio di amministrazione, contribuire ad orientare il Festival. Ma da parte mia, con tutto l’ufficio cinema, ci metteremo a tempestare di e-mail registi, produttori, distributori, per sapere secondo loro cosa ha funzionato e cosa no, che cosa c’era di buono ma anche cosa mancava. Su questa base dobbiamo ridefinire. Questa sera scopriremo i vincitori e noi siamo molto soddisfatti del verdetto della giuria perché in qualche modo ha veramente ragione nel mix di elementi. Bisognerà anche capire come verrà accolto questo verdetto, perchè potrebbe essere una chiave per aprire delle porte che fino ad ora erano rimaste chiuse. Jon Kilik, produttore di Hunger Games, è venuto a vedere la Sala Santa Cecilia e mi ha detto chiaramente che con questa sala, e con il periodo giusto per prendere quei film che comunque uscirebbero prima della fine dell’anno, questo è l’evento metropolitano di cui in tanti abbiamo bisogno. Poi quando Kilik ha fatto l’esperienza del tappeto rosso di Hunger Games il giorno seguente, ha detto ‘Credo di aver capito dove porteremo il terzo episodio della saga’.

 

Sono stati presentati nel primo pomeriggio anche i numeri provvisori dell’ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. Lamberto Mancini, direttore generale, ha illustrato le percentuali di vendite e partecipazione a questa edizione della manifestazione romana:

La programmazione:

163 film da 30 Paesi

90 Delegazione

402 Proiezioni e il 70% della sale occupate

+20% (rispetto allo scorso anno) di biglietti emessi

MAXXI 46 proiezioni

5500 accreditati +20% di studenti

oltre 150000 presenze in 10 giorni

6 incontri

5 mostre

26 convegni e tavole rotonde

Copertura mediatica:

1154 articoli sui quotidiani nazionali e locali (media giornaliera 128)

5170 articoli sul web (media giornaliera 574)

254 lanci di agenzia

492 tra servizi tg nazionali e locali trasmissioni cinematografiche e radiofoniche

752 articoli usciti sui media internazionali, da tutto il mondo

Tecnologia, controllo qualità:

94% film in digitale

12 proiettori digitali

2 sale controllo copie, regia centralizzata

2 dirette televisive

Sale polivalenti per proiezioni ed eventi

Villaggio del cinema:

20 incontri

9 giorni di casting per 1200 persone

100 test drive

70 ore di diretta radiofonica

50 proiezioni

The Business Street:

+10% accrediti

+15% buyers

+30% accrediti internazionali

49 Paesi

100 proiezioni

135 film in video library

New Cinema Network:

24 progetti

21 registi

17 paesi

30 partner internazionali

750 incontri di co-produzione

Sito Web:

182000 visitatori unici, +40%

894000 visualizzazioni di pagina, +15%

Web Tv, 10000 contatti unici giornalieri

Facebook:

30200 likes, +37%

538000 total reach, +46%

Twitter:

6500 Followers

App mobile: 

3214 download, +48%

113619 pagine viste, +100%

Nella nostra Gallery tutte le foto del Festival:

[nggallery id=325]