young_detective_dee_rise_of_the_sea_dragon_h_2013

 

L’imperatrice Wu Zetian ha inviato il capitano delle guardie Yuchi a indagare su un minaccioso mostro marino. Il giovane detective Dee e Yuchi si ritrovano a combattere insieme quando la creatura attacca il corteo cerimoniale per il sacrificio della bellissima Yin. Tra numerose peripezie e fortunati indizi i due riescono a scoprire un complotto che coinvolge lo stesso imperatore e tutti coloro che bevono regolarmente un tè forse velenoso.

Young-Detective-Dee-Rise-Of-The-Sea-Dragon-posters-4Presentato Fuori Concorso al Festival di Roma 2013 e vincitore del premio Maverick Director Award, il film del maestro Tsui Hark porta in scena il prequel del fortunato film del 2010 Detective Dee e il mistero della fiamma fantasma. La storia è un giallo in stile Sherlock Holmes con costumi colorati e le scenografie storiche della Cina imperiale governata dalle varie dinastie. La sceneggiatura, molto lineare, segue le avventure di questo giovane detective che grazie alla sua grande capacità deduttiva riesce a far luce su due storie parallele che nascondono un unico complotto che minaccia l’impero. Ciò che caratterizza la storia è la forte componente action, ma che purtroppo gioca con facili collegamenti a film quali Matrix e I Pirati dei Caraibi e che si allaccia sopratutto alla cultura dei più recenti film sul mondo delle arti marziali quali La foresta dei pugnali volanti e La tigre e il dragone. Questo però non minimizza la gran consapevolezza e abilità con la macchina da presa del regista di Hong Kong, difatti egli sfrutta rallenty e flashback al servizio della storia e per il lavoro di post produzione in cui gli effetti speciali risultano essere la caratteristica indiscussa del film. Inoltre il maestro usa la maggior parte delle tecniche moderne per rendere estremamente scorrevoli i 130 minuti del film che insieme alle scenografie colorate e sontuose di Ken Mak riescono a creare una buona contrapposizione tra regia moderna e stile fantasy-storico.
In tutto questo caleidoscopio di colori e azione ciò che perde il film è di credibilità, molte saranno le scene che eccedono nel loro svolgimento tanto da suscitare lo scetticismo e il sorriso di chi le guarda; Inoltre i numerosi “finali” che decide di intraprendere la sceneggiatura, appesantisce tutta la seconda parte della storia, facendo risultare il film più macchinoso delle sue premesse iniziali.

Young Detective Dee: Rise of the Sea Dragon 3D è un fantasy che riesce a trovare un buon equilibrio visivo tra la cultura storica e l’ottica moderna il cui solo scopo è di intrattenere, come dimostra l’ottimo 3D, piuttosto che coinvolgere nella storia. La recitazione così come la sceneggiatura sono funzionali alla componente action e quindi già esplorati nel panorama cinematografico.