Bitten-2_1Il ritorno di Bitten è atteso per il prossimo 7 febbraio, data in cui sull’emittente canadese Space, verranno trasmessi gli episodi della seconda stagione. Un rinnovo molto sofferto per la serie fantasy di ultima generazione dato che, a causa di ascolti non del tutto incoraggianti, lo show rischiava di essere cancellato. Il rinnovo è avvenuto per il rotto della cuffia ed ora dal 7 Febbraio appunto, ci attendo 10 nuovi episodi che cercheranno di traghettare la serie verso nuovi orizzonti. Tutt’ora inedita in Italia, Bitten rimane comunque una serie dedicata agli amanti del fantasy e delle creature della notte. Trash, fracassona e con un alto tasso di eroticità, lo show ispirato ai libri di Kelly Armostrong cerca di migliorarsi.

 

Per la seconda stagione c’è tutto il cast confermato, da Laura Vandevoort  al sexy ma alquanto inespressivo Greyson Holt, senza dimenticare Steven Lund e Paul Greene; se il cast artistico rimane pressoché invariato, Daegan Fryklind il produttore esecutivo di Bitten in una recente intervista, si è sbottonato nei riguardi del futuro della serie tv. Anche se attualmente latita un vero spoiler sui nuovi episodi ed anche una sinossi della season premiere, abbiamo la certezza che Bitten tornerà più bello ed intrigante che mai ed i nuovi episodi prederanno le distanze dalla prima stagione. Bitten-2_3Cupa e melanconica, il produttore assicura che il plot si focalizzerà sull’evoluzione dei personaggi. Al centro del racconto quindi ancora la storia fra Elena e Clayton, ma nonostante la voglia di portare in tv un qualcosa di diverso, lo show non dimenticherà comunque i suoi punti di forza che poi sono diventati le caratteristiche principali: ovvero sesso e sangue. Di sesso (ed anche molto bollente) ce ne sarà a fiumi e di sangue anche. Quindi Bitten in cosa cambierà realmente? Si pensa  che il racconto stesso si possa avvicinare molto di più ai gusti del pubblico, a quello spettatore che è in cerca di una forte storia d’amore mixata audacemente ad una grande componente fantasy, molto più vicina – per intenderci – alle atmosfere di The Vampire Diaries e Teen  Wolf  che ai moderi drammi ancestrali. In questo modo si rompe definitivamente con l’incipit lasciato dalla Armostrong (l’autrice del libro).

Tutte supposizioni quelle che girano attorno alla seconda stagione di Bitten e se sul web sono trapelate già le key art e qualche sparuto teaser trailer, sembra proprio che bisogna aspettare di vedere i nuovi episodi per valutare con mano i cambiamenti che tanto si tendono a sventolare.

Bitten-2_2Avremo solo 10 episodi, è interessante ai fini della storia avere solo questo numero di puntate. Mi piace, la posta in gioco è più alta e riesci a sintetizzare tutto in un’avventura più avvincente. Abbiamo un nuovo direttore della fotografia e una nuova costumista, anche un nuovo production designer. Il network è molto felice del risultano ottenuto, vi accorgerete dei cambiamenti fin da subito. Ci sono nuove persone a lavoro e questo mi rende orgoglioso percchè nonostante tutto c’è gente che crede nel nostro progetto”. Queste le dichiarazioni del produttore e alla domanda se Joey e Jorge torneranno risponde”Il loro è un ritorno indispensabile; abbiamo in mente storie ed episodi dedicati solo alle loro vicende personali e non. Ancora non ho le idee chiare, ma abbiamo una valida certezza che sperimenteremo questa interessante linea narrativa”

Molti i dubbi e tante le incertezze nei riguardi di Bitten, ma a quanto pare per dare il giusto appeal alla serie molti sono i cambiamenti radicali che sono stati introdotti nella seconda stagione. Ma gli autori pensano in grande e credono che una terza stagione potrebbe essere una realtà. Quindi alla fin fine nessuno ha pura del lupo biondo?

Articolo precedenteArrow 3: un video dietro le quinte
Articolo successivoDavid Tennant commenta il suo ruolo in AKA Jessica Jones
Nato e cresciuto in un piccolo centro vicino Napoli, Carlo fin da ragazzino, è rimasto sedotto dal mondo del cinema e dalle serie tv.  Lettore accanito di saghe fantasy (la sua preferita è Il Ciclo di Shannara), conosce a memoria le battute del film Marnie del grande Alfred Hitchcock; divoratore onnivoro di serie tv, è cresciuto tra la generazione di Beverly Hills e quella di Dawson's Creek anche se la sua serie tv preferita rimane Buffy. Adora tutto ciò che il regista JJ Abrams partorisce dalla sua mente, e vorrebbe essere il confidente di Steven Spielberg. Con una camera piena di gadget e DVD, Carlo si sente americano per adozione e coltiva il sogno di lavorare in una redazione giornalistica, ma soprattutto di  andar via dal piccolo centro dove vive per poter rincorrere il suo ormai più che ventennale sogno nel cassetto.