Va in scena XII. Finora il susseguirsi rapido degli avvenimenti ha lasciato poco respiro. Ed è arrivata l’ora dello scontro…

 

Il faccia a faccia tra Flint e Vane. Per molti appassionati di Black Sails, questo è il momento topico, l’attesa resa dei conti che non potrà che essere una battaglia epica, senza esclusione di colpi. E invece no. Lo scontro fisico viene rimandato ancora, mentre va in scena la sua variante psicologica. Black-Sails-2x04-3E la suspence non ne risente affatto, anzi. Si capisce bene che chiunque fra i due indietreggi anche di un solo passo, passerebbe per il “debole” della situazione, il capitano “sbagliato”, non adatto a governare Nassau né tantomeno un’ipotetica (e al momento poco probabile) nazione di pirati. In mezzo – in tutti i sensi – c’è Eleanor (Hannah New), schiacciata tra l’amore di Charles Vane (Zach McGowan) e i progetti di Flint (Toby Stephens). Trovare una via di mezzo, un compromesso è impossibile: l’ostilità è la base sulla quale si regge tutta la vicenda. Eppure la ferocia di ghiaccio di Vane sembra sciogliersi: la ciurma lo considera troppo “infatuato” di Eleanor per poter provvedere alle esigenze di Nassau, che risulterebbe oltremodo minacciata nel caso di distruzione del Forte.

black-sails-2-4Dall’altro lato neanche Flint brilla per fermezza. La sua decisione di bombardare il Forte, così evidente nello scorso episodio, comincia a vacillare. Ma a crollare devono essere le pietre dell’avamposto, e non l’occasione di sferrare un attacco decisivo e distruggere Vane una volta per tutte. Una questione che però va ponderata, perché la popolazione dell’isola potrebbe scatenare il suo risentimento per il crollo delle difese esterne. Ecco entrare in scena John Silver (Luke Arnold), sempre pronto al sotterfugio e alla macchinazione per raggiungere i suoi scopi (e quelli di Flint). La sua capacità di destreggiarsi tra le polemiche degli isolani e di diffondere voci negative nei confronti della condotta di Charles Vane sfiora l’incredibile. La sua evoluzione all’interno dello show si sviluppa in sordina, in maniera quasi impercettibile a causa della sua perenne maschera di “volpe”. Ma i suoi stessi interessi sono mutati: la pelle l’ha salvata, ora punta all’oro. Anche se si trova di fronte a Billy Bones (Tom Hopper), appena risvegliatosi sulla sabbia di Nassau…

Le questioni irrisolte e la suspence cominciano a montare. Ma a un certo punto lo stallo si interrompe e Flint dà il suo ordine. Via ai cannoni. Cosa succederà adesso?

VOTO: 3/5 stelle