CW: Tante conferme e un pugno di novità

232

the-cw-logo

Tanta fantascienza, un pizzico di horror e una spolverata di storia (romanzata) nelle cinque serie che CW lancia per la prossima stagione, con l’obbiettivo di consolidare il buon andamento degli ultimi mesi: come già avvenuto lo scorso anno, la strategia di CW appare improntata a “pochi ma buoni”  nuovi prodotti da affiancare a quelli più affermati.

La “carica” delle novità è aperta da The 100, che prende le mosse da una serie di libri firmati da Kass Morgan: seguendo un’abitudine ormai consolidata anche al cinema, in questo caso i diritti dell’opera letteraria sono stati opzionati ancor prima della sua uscita. La vicenda è ambientata in un lontano futuro, in cui i superstiti di una guerra atomica sono stati costretti a fuggire su una serie di stazioni spaziali: i “cento” del titolo sono dei giovani delinquenti, utilizzati come cavie e rispediti sul pianeta per capire se questo possa essere nuovamente abitabile; i protagonisti della prima stagione saranno interpretati da Eliza Taylor (Neighbours), Paige Turco (Person of Interest), Henry Ian Cusick (Lost), Kelly Hu (Arrow), Thomas McDonell (Suburgatory), ed Isaiah Washington (Grey’s Anatomy).

Si prosegue con l’horror The Originals, spinoff di The Vampire Diaries, di cui il pubblico ha potuto apprezzare un assaggio già in aprile: la serie seguirà le vicende di Klaus, uno dei protagonisti dell’originale (interpretato ancora una volta da Jospeh Morgan), trasferitosi nel quartiere francese di New Orleans con la sua famiglia; a dargli man forte dal cast di The Vampire Diaries arriveranno anche  Phoebe Tonkin (Hayley), Daniel Gillies (Elia) e Claire Holt (Rebekah).

Una giovane Maria di Scozia (Adelaide Kane, vista in Teen Wolf) sarà protagonista di Reign, che si va ad aggiungere al novero delle serie di ambientazione storica, incentrandosi sugli anni adolescenziali della futura regina di Francia…c’è da immaginare che, dato che la serie approfondirà un periodo non troppo conosciuto della vita della protagonista, vi sarà ampio spazio per la componente “romanzesca”, magari a scapito dell’esattezza storica.

Si torna a climi fantascientifici con Star-Crossed: ragazza terrestre ama giovane alieno (come al solito con sembianze del tutto umane e manco a dirlo, bellocce), iscrittosi alla sua stessa scuola superiore dopo essere fuggito assieme a otto suoi compagni da un prigione segreta, (ovvio: scappi di galera e la prima cosa che ti viene in mente è di iscriverti al liceo…) dopo dieci anni di internamento successivi al suo atterraggio sul pianeta. Aimee Teegarden (Friday Night Lives) e Matt Lanter (90210) sono i protagonisti dell’ennesima serie adolescenziale, declinata stavolta sullo sci-fi… Roswell sembra essere dietro l’angolo. Scrive Meredith Averill (The Good Wife).

Gli amanti della fantascienza fanno letteralmente il pieno con Tomorrow People: stavolta si sfrutta l’hype supereroistico del grande schermo e si punta su persone normali dotate di poteri speciali: una serie di giovani sparsi per il globo comincia a manifestare facoltà superumane, tra cui il teletrasporto e la telepatia… se avete pensato agli X-Men, non ditelo, che poi lo scrittore Phil Klemmer (Chuck, Veronica Mars) e il produttore Greg Berlanti (Arrow e – guarda caso – No Ordinary Family) se la prendono a male… La serie peraltro costituisce un remake di un analogo telefilm britannico degli anni ’70, già oggetto di un rifacimento passato praticamente inosservato nei ’90. Robbie Amell (cugino di Stephen, protagonista di Arrow, già visto in Revenge), Peyton List (Mad Men), e Mark Pellegrino (Lost, Supernatural), guidano il cast.

Per finire, qualche parola su rinnovi e cancellazioni: confermata la ‘decana’ Supernatural, cui col tempo si sono affiancate The Vampire Diaries e Nikita nel terzetto delle serie più longeve di casa CW; nuova stagione anche per Hart of Dixie. Il successo ottenuto  assicura la prosecuzione anche ad Arrow, Beauty and the Beast e The Carrie Diaries, novità dello scorso anno. Chiudono invece i battenti

Gossip Girl e 90210, che hanno concluso il loro percorso naturale, mentre l’horror-thriller Cult ed Emily Owens, M.D. – ennesima variazione sul tema medical drama – pagano il prezzo impietoso degli scarsi ascolti.