Orphan Black: la parola ai sceneggiatori

-

orphan-black-tatiana-masley

Orphan Black è una serie prodotta dalla BBC America, a metà fra thriller e sci-fi. Iniziata a marzo 2013,  lo show si è contraddistinto subito per il miglior debutto di una serie originale e ha attirato l’interesse dei principali magazine americani, quali Variety ed Entertaiment Weekly. Sicuramente uno degli ingredienti del successo è l’attrice protagonista, Tatina Maslany, sostenuta ampiamente dalla stampa, attraverso vari premi e riconoscimenti, per farla arrivare alla serata del 22 Settembre e vincere il premio più ambito, l’Emmy Award. Merito che per l’opinione pubblica le spetterebbe, poiché la protagonista oltre a interpretare Sarah, ragazza madre delinquente con un fidanzato spacciatore, è anche Elisabeth, e sopratutto il primo di una lunga serie di cloni. La bravura della Maslany si nota nell’ottavo episodio, in cui da vero e proprio camaleonte, ha interpretato quattro ruoli differenti con quattro caratteristiche diverse.
Nel frattempo, gli sceneggiatori della serie John Fawcett e Graeme Manson parlano entusiasti sul successo che ha avuto la stagione e dichiarano:

Noi vogliamo il meglio per lo show, ed è sempre stato quello che ci spinge a superarsi l’un l’altro episodio per episodio. Ci siamo sempre messi molta pressione su noi stessi, perché siamo un po’ perfezionisti. Sono davvero orgoglioso della prima stagione. In una certa misura, non stavo pensando a come sarebbe stata accettata, non stavo pensando a come Tatiana sarebbe stata accolta. Si trattava di ciò che ci rende entusiasti facendo qualcosa di buono. La risposta allo spettacolo è stata molto travolgente.

E riguardo al lavoro che stanno facendo sulla seconda stagione dichiarano:

Lo scopo di Sarah per tutta la stagione è stato proteggere Kira, fino all’enorme cliffhanger finale. Ovviamente ciò che Sarah troverà nella seconda stagione, non sarà solo una nuova prospettiva, ma anche un sospetto.

E sul come inizierà la prossima stagione spiegano:

Lo vedremo nel corso delle riprese, ma certo non possiamo dimenticare che la storia ruota pur sempre intorno a ciò che è accaduto a Kira, quindi non penso proprio potremmo saltare neanche di un mese in avanti.

 Lo show per il momento non ha un distributore italiano, qui sotto un promo della prima stagione

Fonte:Etonline

 
 
Stefania Buccinnà
Sono un appassionata di Cinema e Serie televisive americane, motivo per cui mi sono iscritta all'università e mi sono laureata in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Digitale presso l'università La Sapienza in Roma dove ho conseguito anche un Master di Primo Livello in Montaggio Video e Audio. Amo costruire strutture per immagini e scrivo per piacere, pensando che le due cose sono molto simili ma con grammatiche diverse. In fondo per me, scrivere una frase è come mettere insieme una scena.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -