game of thrones 5x09 3La morte di Ned Stark, la battaglia delle Acque Nere, le Nozze Rosse, l’assalto alla Barriera: tutti gli episodi numero nove della serie HBO hanno sempre lasciato il segno, per eventi particolarmente crudi o significativi che venivano raccontati. Peccato che questa volta Game of Thrones 5x09 non tenga fede alle promesse e con The Dance of Dragons metta in scena soltanto altri piccoli episodi, assolutamente non funzionali alla narrazione e per giunta destinati a scatenare ulteriore, terribili polemiche per l’accanimento degli sceneggiatori (a questo punto sono loro da biasimare, non più Martin) contro i personaggi dello show.

Mentre a Braavos Arya incontra una vecchia conoscenza che potrebbe portarla più vicina a compierela sua missione, a Dorne Jaime fa i conti con Doran Martell, che a sua volta è deciso a mantenere la pace con i Lannister. A nord Jon Snow torna alla Barriera con i Bruti salvati dall’attacco degli Estranei e intanto Stannis Baratheon prepara il suo attacco ai Bolton e a Grande Inverno con le “giuste” precauzioni.

Game Of Thrones 5x09Probabilmente mai, nella ormai quinquennale storia di Game of Thrones, c’è stato un pre-finale di stagione così scialbo e poco interessante. L’episodio dall’evocativo titolo si frammenta, come è normale che sia, senza mai mettere in scena un momento di svolta. A tutti coloro che invece diranno il contrario, ci permettiamo di far notare che non basta un evento scioccante per raccontare, nel puro senso del termine, una storia. Perché lo sconvolgimento emotivo che provoca questo episodio è ovvio, comprensibile e giustificato. Ma la narrazione? Lo sviluppo?

Mentre le Serpi della Sabbia sono ulteriormente svilite e messe in scena come delle stupide capricciose e guerrafondaie, non sappiamo cosa è accaduto nel frattempo ad Approdo del Re. Tutt’altra storia è invece quella che vediamo svolgersi a Mereen, sotto gli occhi di una Regina dei Draghi mai così provata e tentata di cedere di fronte al destino atroce che potrebbe profilarsi davanti ai suoi occhi. Superba la messa in scena e i ritmi di tensione dell’ultima sequenza, che confermano un grande potenziale non ancora messo a frutto.

Nella speranza di un decimo episodio glorioso, esaustivo ed emozionante, l’augurio è che alla HBO abbiamo conservato il meglio, o almeno qualcosa di dignitoso, per il finale di stagione.

Voto: 1,5/5 stelle