Game of Thrones 6x06Superato il quinto doloroso episodio, la metà della sesta stagione di Game of Thrones è già alle nostre spalle e con tutti gli avvenimenti, spesso sanguinosi, che si sono verificati nella prima parte di stagione, dobbiamo aspettarci altro sangue e altre rivelazioni nelle prossime puntate. Ma, nel caso di Blood of My Blood, Game of Thrones 6×06, il sangue del titolo non rispecchia quello versato in scena. E per fortuna, perché la puntata si basa prevalentemente su incontri, volti nuovi che ci vengono presentati e facce note che tornano a fare capolino dopo parecchio tempo.

game of thrones 6x06 wMeera (Ellie Kendrick) e Bran (Isaac Hempstead Wright) sono in fuga dagli Erranti oltre la Barriera e la loro situazione sarebbe disperata se non arrivasse in loro soccorso qualcuno. Intanto Sam (John Bradley) e Gilly (Hannah Murray) sono finalmente giunti a Collina del Corno, sede della famiglia Tarly. Qui incontriamo Lady Tarly (Samantha Spiro), madre di Sam, con i suoi figli, il fratello e la sorella di Sam e anche il temibile Lord Tarly (James Faulkner), che tiene fede alla sua fama di uomo terribile. Intanto ad Approdo del Re le relazioni tra il Credo e la Corona subiscono un notevole sviluppo, e sembra che l’unico a farne le spese, per ora, sia solo Jamie Lannister (Nikolaj Coster-Waldau). E mentre a Braavos, le sorti di Arya (Maisie Williams) prendono una piega inaspettata, nelle Terre dei Fiumi vecchie conoscenze tornano a fare capolino. Sulla strada di ritorno a Meereen, anche Daenerys (Emilia Clarke) incontrerà qualcuno che non vedeva da molto tempo.

Game of Thrones 6x06Jack Bender dirige Game of Thrones 6×06, una puntata molto delicate, che ci introduce nella seconda parte della stagione mettendo tanta carne al fuoco: i personaggi sono di nuovo tanti e in fermento, e presto le guerre future, promesse e quasi invocate negli episodi precedenti, prenderanno forma, promettendo ancora il tribute di sangue.

La narrazione chiaramente risente della frammentazione e così la puntata è oggettivamente poco organica e piena di momenti morti, in cui però si riorganizzano le idee e si tira un sospiro di sollievo. Dopo la “faccenda della porta” della scorsa settimana ne sentivamo tutti il bisogno! Ma, mentre alcune storyline si stanno allineando a quei pochi capitoli dei romanzi che ancora ci sono da raccontare, altre storie e altre vite prendono una piega imprevista. E allo spettatore non resta che (a)spettare.game of thrones 6x06