New Girl 1X03 – recensione

    402

    Nel terzo episodio continua l’iniziazione della nuova venuta Jess all’interno dell’appartamento e del gruppo di coinquilini che lo abitano.

    Questa volta per sdebitarsi del supporto che gli altri le hanno offerto  nel rompere definitivamente col passato e quindi con Spencer, Jess deve rivestire il ruolo della nuova fidanzata di Nick in occasione di un matrimonio in cui sarà presente tra gli invitati anche Caroline, la donna per cui Nick sta ancora soffrendo.

    Affinché la finzione sia abbastanza credibile, i ragazzi le chiedono di mettere momentaneamente da parte i suoi modi un po’ troppo frizzanti. Schmidt, anche egli invitato alla festa, sarà impegnato da un lato a sfuggire le avance di una sua assatanata spasimante e dall’altro a cercare di conquistare la ragazza di cui era innamorato all’università.

    Winston invece ha trovato lavoro come “maschera” (una sorta di steward per matrimoni) allo stesso matrimonio. Stavolta la competizione si scatena tra lui e la giovanissima maschera di scorta, un ragazzino che sembra avere più esperienza e spigliatezza di lui nello svolgere quel lavoro.

    Questo episodio sembra in un certo senso uno specchio dell’episodio precedente. Mentre in La Kriptonite è Jess a dover affrontare il suo punto debole ovvero la dipendenza affettiva per Spencer e riesce a farlo grazie all’aiuto di Nick, ora è quest’ultimo a dover sconfiggere il suo personale fantasma, Caroline.

    Anche Nick come Jess, non vuole lasciare andare Caroline e la speranza che tra loro qualcosa possa nuovamente accadere e per questo motivo non si accorge di essere per lei una sorta di piano b. Egli infatti si compiace della gelosia dimostrata da Caroline nei confronti della falsa fidanzata Jess ma quando la donna gli confida di avere un’altra relazione, la realtà lo manda in crisi. Questa volta sarà Jess ad aiutarlo ad affrontare e sconfiggere la sua di Kriptonite.

    Il ritmo della regia e del montaggio, come il susseguirsi delle gag comiche che coinvolgono tutti i personaggi, rendono questa puntata particolarmente dinamica e divertente. Jess riesce a stento a contenere la sua esuberanza e questo sforzo malriuscito risulta particolarmente esilarante.

    La presenza di personaggi fortemente caricaturali come l’assatanata amica di letto di Schmidt ed il bambino un po’ troppo precoce, aggiungono quella nota demenziale che risulta una caratteristica costante della serie sin dall’inizio ed anche uno dei suoi punti di forza. New Girl si inserisce nel filone della nuova sit-com demenziale alla Big Bang Theory ed un po’ ne richiama l’idea principale. Qui però gli intrecci sentimentali hanno un più forte peso almeno a giudicare da questi primi episodi. Cresce infatti l’amicizia tra Jess e Nick anche per il fatto di essersi trovati entrambi in situazioni molto simili, ma anche Winston inizia a legare molto con la nuova inquilina.