Glee 5X04Glee 5X04 A Katy Or A Gaga è il titolo della quarta puntata di Glee, andata in onda dopo un mese in cui il cast si era preso una pausa in seguito ad uno straziante terzo episodio: quello del tributo a Cory Monteith (Finn Hudson), scomparso quest’estate per un’overdose di alcol ed eroina.

In questo nuovo episodio vedremo i protagonisti della serie omaggiare le due più importanti icone pop del momento: Katy Perry e Lady Gaga. L’omaggio vede inoltre la partecipazione direttamente da American Idol di Adam Lambert aka Starchild aka Elliot. Ma andiamo con ordine. Iniziando da Lima, l’episodio si apre in aula canto, dove il professor Shue annuncia chi saranno i rivali delle Nuove Direzioni alle nazionali, tra questi ci sono i Throat Explosions. Si apre quindi un dibattito su chi sia una Katy e chi invece una Gaga, e così, data la discussione, il professore approfitta per dividere i ragazzi in due gruppi, invitandoli ad esibirsi a parti inverse: i Katy si esibiranno come Gaga e i Gaga come Katy. Le aspettative per l’episodio erano alte, considerati soprattutto i personaggi a cui si voleva rendere omaggio, ma purtroppo tali aspettative sono state deluse. Delle quattro canzoni scelte per essere reinterpretate, “Wide Awake”, è stata paradossalmente è stata quella meglio gestita.

Glee 5X04 2Sam intanto continua a provarci con Penny, l’infermiera, Kitty e Artie – una coppia per il momento davvero ben riuscita – continuano a frequentarsi, mentre tra Jake e Marley iniziano i primi problemi. I due infatti vorrebbero essere una brutta copia dei Rachel e Finn della terza stagione, ma risultano soltanto una coppia di adolescenti senza un minimo di spessore. A New York intanto Kurt decide di fondare una band, coinvolgendo nel progetto anche Santana, Dani e infine anche Rachel. Vengono quindi aperte le audizioni, alle quali si presenta però esclusivamente la stravagante figura di Starchild. Nonostante la spettacolare “Marry the Night”, Kurt decide di non servirsi di cotanto talento.

La puntata Glee 5X04 è in generale piacevole, ma sembra che questo episodio non aggiunge e non tolga nulla a quanto visto fino ad ora. Inoltre, più la serie procede e più viene comunque confermata l’idea che questo doppio scenario geografico non funziona, e che prima o poi gli autori  saranno costretti a scegliere se soffermarsi su Lima o su New York, perché raccontando troppo rischiano spesso di non approfondire nulla.