House of Cards 3×05 recensione dell’episodio con Robin Wright

976

Nel quinto episodio di House of Cards, alla vigilia del 4 Luglio, troviamo il Presidente insistere fortemente sull’AmericanWorks, inimicandosi diversi dirigenti del suo staff e del congresso. Nel mentre la first lady abbandona le buone maniere per forzare la decisione della Russia e dell’ONU.

House of Cards 3x05-3Chapter 31 sceneggia nello studio ovale una delle “tipiche” schermaglie alla Underwood, dove la circolarità dell’intrigo politico chiude ed apre situazioni, anche le più disparate, in cui l’etichetta scende in secondo piano al fine di prevedere e anticipare le mosse dell’avversario politico. L’innesco è il programma, o meglio l’ossessione, di Frank (Kevin Spacey) di lasciare un segno nel suo mandato portando sogno e speranza con una spregiudicata riforma del lavoro – numerosi sono i tagli che devono essere attuati per aumentare la forza lavoro e di conseguenza la produttività del paese – Ma se il progetto andasse in porto la sua candidatura nel 2016 arriverebbe dal popolo e non dalle scelte del congresso. In questa visione anche Claire (Robin Wright) sta apportando il suo contributo, seppur venga relegata a “figurina” con commenti sulla sua bellezza, il suo stile e il suo apparire, la first lady mostra di avere solo i tratti angelici quando in realtà la sua sete di potere è ancora più forte della fame di suo marito.

House of Cards 3x05-2Ma mentre i coniugi guardano lontano proiettati al futuro, la Dunbar (Elizabeth Marvel) comincia ad edificarlo, tessendo la sua rete di consensi indirizzati dai sussurri di Doug (Michael Kelly) che prima le presenta gli uomini giusti e poi gli mostrerà le carte, o meglio i jolly, che possiede per essere stato a fianco di Frank negli anni migliori. Invece risultano confusionari e distratti Seth (Derek Cecil) e Remy (Mahershala Ali), il primo ha scatenato l’ira dei giornalisti presentando il personaggio di Kim Dickens (Gone Girl) come un’interessante reporter “vecchio stampo” che arrivata a Washington sa già dove andare a cercare le notizie, mentre il secondo è perso nelle pieghe amorose di Jackie (Molly Parker), “l’alternativa” democratica alla Dunbar.

House of Cards 3x05-4L’episodio di House of Cards svela e cela le pure ambizioni dei personaggi, che accecati da fuochi d’artificio non riescono più a vedere quello che hanno davanti. Dopo quattro puntate si fa il punto della situazione rilanciando i temi principali per i personaggi e cominciando a mostrare gli attriti della nuova stagione – la freddezza tra coniugi, la vendetta di Doug, i problemi internazionali – regalando una puntata apparentemente riflessiva che in realtà attraverso la regia di James Foley (ha diretto ben 12 episodi della serie) riesce a narrare il primo nodo cruciale della stagione, il punto in cui tutte le carte sono state date e ora si gioca d’azzardo.

VOTO: 4/5 stelle